LEGO compie 60 anni: vediamo l’evoluzione del mattoncino dagli anni ’50 ad oggi

Lorenzo Delli -

Sessanta anni fa, il 28 gennaio del 1958, nasceva il mattoncino LEGO (da “leg godt“, gioca bene) per come lo conosciamo oggi. In realtà l’azienda fondata nel lontano 1916 da Ole Kirk Kristiansen produceva mattoncini già dal 1949, ma è solo nel gennaio del ’58 che assumeranno l’iconica forma che oggi tutti conosciamo grazie all’idea di aggiungere dei piccoli tubi all’interno dei mattoncini cavi realizzati in plastica.

In 60 anni il mattoncino si è evoluto e al passo con i tempi si è fatto anche sempre più smart, con set programmabili via PC o addirittura anche via tablet, con costruzioni dedicate a serie cinematografiche, a cartoni animati e così via. Oggi LEGO festeggia l’importante traguardo raccogliendo una serie di immagini, curiosità e fatti che ripercorrono la storia dei celebri mattoncini danesi.

Il sistema LEGO, nasce dall’immaginazione e dalla curiosità dei più piccoli, ruota attorno ai mattoncini LEGO che possono essere continuamente uniti e smontati. Le combinazioni possibili sono infinite: unico limite la fantasia. Questo permette ai giovani di mantenere le proprie menti aperte e continuare a esplorare soluzioni creative sviluppando alcune delle capacità utili per affrontare il 21° secolo come la creatività, la collaborazione e la capacità di problem solving.

Julia Goldin, direttore marketing del gruppo LEGO

Fatti e curiosità

Per festeggiare l’anniversario, la società ha raccolto un elenco di curiosità che con buona probabilità non conoscevate.

  • Sei mattoncini LEGO “2×4” possono essere combinati in più di 915 milioni di modi possibili
  • Per raggiungere la luna occorrono 40 miliardi di mattoncini “2×4” impilati uno sopra l’altro
  • Gli stampi usati per produrre gli elementi LEGO sono precisissimi (tra i 4my/0,004mm) , ovvero meno della spessore di un singolo capello. Questa è ciò che il gruppo LEGO chiama “clutch power” ovvero il potere d’incastro
  • Numero di colori utilizzati per la produzione: oltre 60!
  • Numero dei differenti elementi LEGO prodotti (inclusi tutti i tipi di mattoncini LEGO e altri elementi): più di 3700!

E ora un po’ di storia!

Il fondatore del Gruppo LEGO, Ole Kirk Kristiansen, lanciò i primi mattoncini chiamati Automatic Binding Bricks nel 1949. Quattro anni dopo, il nome fu cambiato in LEGO Mursten (traduzione danese di “mattoncino LEGO”) e furono prodotti in cinque colori diversi: bianco, rosso, giallo, blu e verde. I mattoncini originali erano cavi, e offrivano ai bambini la possibilità di costruire modelli che potevano, però, crollare se mossi o ribaltati. Malgrado i bimbi già giocassero con i mattoncini privi dei caratteristici tubicini che permettono ai mattoncini LEGO di oggi di unirsi perfettamente, la famiglia Kristiansen lavorò per aumentare il loro potere d’incastro fino al 1958, quando finalmente si raggiunse il design del mattoncino LEGO, identico a quello attuale.

Ecco quindi una selezione di immagini che ripercorre l’evoluzione del mattoncino mostrandoci alcuni celebri set dei vari decenni di storia del marchio.

LEGO negli anni ’50…

… Negli anni ’60…

… Negli anni ’70…

… Negli anni ’80…

… Negli anni ’90…

… Nel 2000…

… e infine nel 2010!