Macchine Mortali non è il solito film post apocalittico: il primo video teaser vi lascerà a bocca aperta!

Edoardo Carlo Ceretti Il film uscirà nelle sale soltanto a Natale 2018.

«Migliaia di anni dopo la distruzione del mondo civilizzato a causa di un cataclisma […]», questo è l’incipit della didascalia del video teaser di Macchine Mortali (Mortal Engines), uno scenario tanto classico per la filmografia fantascientifica, da poter sembrare fin troppo banale. Ma in Macchine Mortali, di banale sembra esserci molto poco.

Certo, sbilanciarsi sulla bontà di un film, nel bene o nel male, sulla base di un semplice teaser di poco più di un minuto, non è un esercizio particolarmente astuto, ciò che però è lecito affermare – senza nascondere un certo entusiasmo – è che la nostra attenzione è stato in grado di catturarla, eccome!

LEGGI ANCHE: Star Wars: Gli Ultimi Jedi – easter egg, curiosità e cameo (spoiler)

Il pianeta terra desolato è soltanto un semplice sfondo, su cui si stagliano gigantesche macchine ambulanti – e gigantesche è più un eufemismo, che un’esagerazione – che ospitano intere città. Queste fantastiche metropoli itineranti sono in lotta fra loro per l’egemonia mondiale, catturando e letteralmente inglobando al loro interno città (e dunque macchine) più piccole, che malauguratamente si trovano sul loro cammino.

Nel teaser assistiamo infatti alla cattura da parte di Londra – riconoscibile dalla stupenda Saint Paul Cathedral che sormonta una macchina di ciclopiche dimensioni – di una malcapitata cittadina, che non può nulla contro lo strapotere della capitale britannica. Un po’ Waste Land, un po’ Viaggi di Gulliver, un po’ Castello errante di Howl, con ammiccamenti alla storia della fantascienza, per un film – prodotto, fra gli altri, da Peter Jackson – che arriverà nelle sale soltanto a Natale 2018, ma che promette faville.