Sony lancia PlayStation Productions per portare sullo schermo storie tratte da più di 100 videogiochi per PS

Roberto Artigiani

Sony Interactive Entertainment ha annunciato di aver lanciato una casa di produzione destinata a portare sul grande e piccolo schermo adattamenti di videogiochi del catalogo PlayStation. La nuova società si chiama PlayStation Productions ed è guidata da Asad Qizilbash con Shawn Layden supervisore. A quanto pare hanno già aperto il primo ufficio e hanno iniziato a vagliare le storie presenti nel grande catalogo di titoli per la console.

“Abbiamo 25 anni di esperienza nel creare giochi e 25 anni di grandi titoli, franchise e storie” ha affermato Layden spiegando che il medium di destinazione, cinema, TV o streaming, verrà scelto in base al tipo di narrazione e personaggi. Il catalogo delle produzioni Sony conta più di 100 giochi che spaziano nei vari generi come Tomb Raider, Crash Bandicoot, Spyro the Dragon, Metal Gear Solid, Uncharted, God of War, The Last of Us.

Seguendo le orme di Blizzard e Ubisoft, Sony ha deciso di portare avanti il progetto facendo tutto in casa, forte della potenza della società di produzione cinematografica Sony Pictures. L’alternativa, dare i soggetti in licenza ad aziende specializzate nella produzione audiovisiva, sarebbe stata sicuramente più semplice e redditizia nell’immediato, ma non avrebbe garantito la creazione di prodotti di qualità.

LEGGI ANCHE: Minecraft diventa il gioco più venduto di sempre

Qizilbash e Layden dicono di aver studiato da vicino produttori del calibro di Kevin Feige e Lorenzo di Bonaventura per un anno e mezzo cercando di capire come funziona l’industria cinematografica. Quanto fatto dalla Marvel anche è stato una grande fonte di ispirazione e Hollywood attualmente risulta molto più ricettiva nei confronti di proposte simili rispetto a qualche anno fa.

La loro visione non è quella di film che ripropongono in una salsa diversa quanto visto da chi ha giocato a un determinato titolo, ma piuttosto c’è la volontà di prendere un mondo e dei personaggi e vederli evolvere in un modo diverso per proporre altri assaggi della stessa esperienza narrativa. In ogni caso tutto verrà realizzato perseguendo i più alti standard e senza pressioni sulle scadenze da parte di Sony. Basterà per innalzarsi al di sopra di delusioni come Assassin’s Creed o Warcraft?

Fonte: Hollywood Reporter