L'aggiornamento di maggio di Google Play ha rallentato alcuni Samsung Galaxy

L'azienda ha riconosciuto la criticità e ha fornito una soluzione (la più classica)
Antonio Lepore
Antonio Lepore
L'aggiornamento di maggio di Google Play ha rallentato alcuni Samsung Galaxy

Ogni mese Google provvede a rilasciare gli aggiornamenti di sistema Google Play. L'ultimo, ovvero quello relativo al mese di maggio, starebbe creando dei problemi ad alcuni possessori di smartphone Galaxy (tra cui Galaxy S23). Il problema è stato anche riconosciuto dall'azienda, la quale fa fornito una soluzione, seppur provvisoria.

L’update ha causato rallentamenti anomali

Alcuni utenti Samsung, dopo l'installazione dell'aggiornamento di maggio di Google Play, hanno notato che i loro dispositivi fossero più lenti del solito durante alcune operazioni, tra cui l'apertura delle applicazioni. Il problema è stato sollevato anche sul forum della community dell'azienda per la Corea.

In tale contesto, la società asiatica ha riconosciuto la criticità, specificando che si presenta soltanto quando "il dispositivo viene utilizzato per un lungo periodo dopo" l'installazione dell'aggiornamento. Dunque, per superare almeno parzialmente il problema, l'azienda ha consigliato di riavviare lo smartphone. 

Non è il primo bug per gli utenti Samsung

In meno di una settimana, alcuni possessori di smartphone Galaxy hanno dovuto affrontare anche un altro problema, ovvero l'impossibilità di utilizzare l'app Messaggi.

Successivamente, è stato scoperto che il problema era causato da Google Meet. Forzando l'arresto di questa app e disinstallando gli aggiornamenti, infatti, diventava di nuovo possibile inviare messaggi. 

Nello scorso mese di marzo, invece, l'aggiornamento alla nuova One UI 6.1, sui dispositivi della serie Galaxy S23, innescò alcune criticità al touchscreen. Il "colpevole" di tutto ciò fu individuato in Google Discover. Difatti, il colosso di Mountain View si preoccupò della risoluzione del bug.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici