Amazon avrà i suoi robot aspirapolvere: compra l'azienda di Roomba

Amazon avrà i suoi robot aspirapolvere: compra l'azienda di Roomba
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Accordo a sorpresa in questa calda estate fra Amazon e iRobot, l'azienda americana leader per la realizzazione di robot aspirapolvere e che ha permesso di affermare il suo brand Roomba quasi come un sinonimo dei robot aspirapolvere stessi, un po' come successo con gli iPod e i lettori mp3.

L'accordo permette ad Amazon di acquistare la stessa iRobot per circa 1,7 miliardi di dollari, una volta che l'accordo sarà confermato dagli azionisti. Alla fine dell'operazione Colin Angle rimarrà CEO di iRobot. Difficile dubitare che i prodotti Roomba continueranno ad essere lanciati sul mercato con questo marchio, visto proprio la potenza del marchio.

Questo accordo permetterà sicuramente ad Amazon di integrare sempre più dispositivi nativamente all'interno dell'ecosistema Echo e Alexa. Poter vendere prodotti che integrano i sistemi di Amazon nativamente permetterà non solo la classica integrazione con l'assistente vocale ma probabilmente anche un maggior numero di funzionalità che Alexa riuscirà ad offrire all'interno della casa. Basti pensare come ormai molti robot aspirapolvere integrino all'interno sistemi per la sorveglianza, sistemi di lavaggio intenso o profumatori.

Allo stesso tempo riteniamo che questo accordo possa anche aiutare iRobot che non aveva perso sicuramente riconoscibilità, ma che sicuramente ha sofferto negli anni l'arrivo prepotente di moltissimi marchi cinesi che a prezzi inferiori riuscivano ad offrire qualità simile a quella iRobot, aggiungendo però anche moltissime funzioni accessorie, quando invece i Roomba sono rimasti sempre e solo prodotti per l'aspirazione. Basti pensare poi all'emblematico caso delle spazzole AeroForce concesse in licenza alla cinese Ecovacs.

Mostra i commenti