Queste 28 app Android trasformavano i loro utenti in potenziali criminali

La dimostrazione pratica che usare una VPN gratis non è sempre una buona idea
Nicola Ligas
Nicola Ligas Tech Master
Queste 28 app Android trasformavano i loro utenti in potenziali criminali

17 VPN gratis presenti sul Play Store hanno trasformato i loro utenti in ignari proxy, utilizzati presumibilmente per coprire le tracce di attività illecite. Abbiamo già parlato delle differenze tra VPN gratis e VPN a pagamento: la morale non è affatto di demonizzare le prime a vantaggio delle seconde, ma solo invitarvi a stare attenti e affidarvi solo a servizi di comprovata affidabilità, come questi.

Tra l'altro, tutti gli utenti delle app in questione, non solo potevano figurare come la fonte di qualche reato, ma avevano anche la banda ridotta da un traffico internet che non era il loro. Oltre il danno la beffa!

Per dirla tutta, le app coinvolte sono 28, 17 delle quali si spacciavano appunto per VPN gratuite, mentre le rimanenti 11 avevano vari altri usi. Ecco l'elenco completo.

  1. Lite VPN
  2. Anims Keyboard
  3. Blaze Stride
  4. Byte Blade VPN
  5. Android 12 Launcher (by CaptainDroid)
  6. Android 13 Launcher (by CaptainDroid)
  7. Android 14 Launcher (by CaptainDroid)
  8. CaptainDroid Feeds
  9. Free Old Classic Movies (by CaptainDroid)
  10. Phone Comparison (by CaptainDroid)
  11. Fast Fly VPN
  12. Fast Fox VPN
  13. Fast Line VPN
  14. Funny Char Ging Animation
  15. Limo Edges
  16. Oko VPN
  17. Phone App Launcher
  18. Quick Flow VPN
  19. Sample VPN
  20. Secure Thunder
  21. Shine Secure
  22. Speed Surf
  23. Swift Shield VPN
  24. Turbo Track VPN
  25. Turbo Tunnel VPN
  26. Yellow Flash VPN
  27. VPN Ultra
  28. Run VPN

In seguito alla segnalazione ricevuta, Google ha rimosso tutte queste app a febbraio 2024 e ha aggiornato Google Play Protect per rilevare l'eventuale presenza della libreria usata da loro in altre applicazioni.

Se cercate alcune di queste app (per esempio Lite VPN), vedrete che sono ancora presenti sul Play Store, probabilmente perché ripubblicate da altri account, o perché libere dal codice malevolo originale.

Google non ha però commentato quest'ultimo fatto, quindi, anche solo per prudenza, vi consigliamo di cancellare qualsiasi delle app elencate qui sopra doveste avere installato sul vostro telefono.