Arrivano tante conferme e un dubbio a pochi giorni dal lancio di OnePlus Open

Lorenzo Musichini
Lorenzo Musichini
Arrivano tante conferme e un dubbio a pochi giorni dal lancio di OnePlus Open

La parentela tra OnePlus e OPPO è conosciuta sin dai primi passi della stessa OnePlus, ma oggi più che mai ci arriva la conferma. Infatti, se una settimana fa si parlava di un lavoro congiunto tra OnePlus e OPPO per la realizzazione dello smartphone pieghevole.

Oggi arriva la notizia in esclusiva da WinFuture: il OnePlus Open e l'OPPO Find N3 saranno lo stesso dispositivo, ma il primo sarà destinato ai mercati occidentali, mentre il secondo sarà riservato al mercato cinese.

Mancando poco al lancio ufficiale del dispositivo, emergono molti dettagli sulla scheda tecnica, della quale sappiamo che a farla da padrone sarà il Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2, supportato da 16 GB di RAM LPDDR5X e 256 GB di memoria interna.

Tuttavia, proprio nella scheda tecnica nasce un dubbio grande 7,8 pollici, ossia il display. WinFuture afferma che il display OLED è prodotto da BOE, ma sapevamo che il OnePlus aveva avuto dei problemi con questi schermi già ad agosto, tant'è che si era rivolta a Samsung per la fornitura dei display, dei quali l'azienda cinese sembra esserne molto fiera.

D'altro canto, ciò che più attira l'attenzione è il comparto fotocamere: come si può vedere dalle immagini, i sensori sono racchiusi all'interno di un'isola circolare, dove è presente anche il logo di Hasselblad. Sia la fotocamera principale sia quella grandangolare dovrebbero essere da 48 MP, mentre la terza, come si può notare, è una periscopica da 64 MP con zoom ottico 3x.

Il lancio è previsto per il 19 ottobre e il OnePlus Open dovrebbe essere disponibile nelle due colorazioni ormai solite, cioè il nero e il verde, a un prezzo da pieghevole premium: si parla di circa 1.700 dollari negli Stati Uniti.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici