Secondo i benchmark tra S23 e S22 non c'è storia

Antonio Lepore
Antonio Lepore
Secondo i benchmark tra S23 e S22 non c'è storia

Dopo la presentazione ufficiale di Samsung, è trapelato un primo benchmark dei nuovi Galaxy S23 equipaggiati con una versione personalizzata del chip di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 2. In particolare, il test ha messo alla prova la GPU, facendo anche un confronto con la precedente generazione di smartphone. Il benchmark utilizzato è stato "3DMark Wild Life Extreme", che spingerebbe al limite le capacità della GPU. Il Galaxy S23 e S23+ hanno ottenuto rispettivamente 3.811 e 3.799 punti, con entrambi i telefoni con un framerate medio di 20,80; il Galaxy S22+ alimentato dal SoC Exynos 2200, invece, ha ottenuto 1.689 punti e una media di un framerate di 10,10.

La differenza tra le due generazioni di dispositivi è emersa anche nel confronto tra le varianti Ultra. Il modello del 2023, infatti, ha superato i 3.874 punti e ha raggiunto una media di 23,20 fps durante i benchmark, mentre quello del 2022 ha ottenuto 1.912 punti, raggiungendo una media di 11,40 fps. Insomma, la GPU Adreno 740 di Snapdragon 8 Gen 2 ha letteralmente surclassato l'Xclipse 920 dell'Exynos 2200.

Il divario di prestazioni grafiche tra i nuovi modelli ed i vecchi, quindi, sembrerebbe importante.

Del resto, il chip Xclipse 920 ha una frequenza di 555 MHz, che è già inferiore ai 680 MHz della GPU Adreno 740 standard. La nuova serie Galaxy S23, poi, utilizza addirittura una versione overcloccata del chipset Snapdragon 8 Gen 2, caratterizzata da una frequenza GPU aumentata di ben 719 MHz. Ovviamente, occorre attendere la prova sul campo, tuttavia l'esito della storia sembrerebbe già scritto.

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici