Secondo i benchmark tra S23 e S22 non c'è storia

Antonio Lepore
Antonio Lepore
Secondo i benchmark tra S23 e S22 non c'è storia

Dopo la presentazione ufficiale di Samsung, è trapelato un primo benchmark dei nuovi Galaxy S23 equipaggiati con una versione personalizzata del chip di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 2. In particolare, il test ha messo alla prova la GPU, facendo anche un confronto con la precedente generazione di smartphone. Il benchmark utilizzato è stato "3DMark Wild Life Extreme", che spingerebbe al limite le capacità della GPU. Il Galaxy S23 e S23+ hanno ottenuto rispettivamente 3.811 e 3.799 punti, con entrambi i telefoni con un framerate medio di 20,80; il Galaxy S22+ alimentato dal SoC Exynos 2200, invece, ha ottenuto 1.689 punti e una media di un framerate di 10,10.

La differenza tra le due generazioni di dispositivi è emersa anche nel confronto tra le varianti Ultra. Il modello del 2023, infatti, ha superato i 3.874 punti e ha raggiunto una media di 23,20 fps durante i benchmark, mentre quello del 2022 ha ottenuto 1.912 punti, raggiungendo una media di 11,40 fps. Insomma, la GPU Adreno 740 di Snapdragon 8 Gen 2 ha letteralmente surclassato l'Xclipse 920 dell'Exynos 2200.

Il divario di prestazioni grafiche tra i nuovi modelli ed i vecchi, quindi, sembrerebbe importante.

Del resto, il chip Xclipse 920 ha una frequenza di 555 MHz, che è già inferiore ai 680 MHz della GPU Adreno 740 standard. La nuova serie Galaxy S23, poi, utilizza addirittura una versione overcloccata del chipset Snapdragon 8 Gen 2, caratterizzata da una frequenza GPU aumentata di ben 719 MHz. Ovviamente, occorre attendere la prova sul campo, tuttavia l'esito della storia sembrerebbe già scritto.

Gruppo Facebook

Community SmartWorld +15k
Confrontati con altri appassionati di tecnologia nel gruppo segreto
Entra