Calano i clienti mobile e fissi di Vodafone e non va meglio a ho. Mobile

Antonio Lepore
Antonio Lepore
Calano i clienti mobile e fissi di Vodafone e non va meglio a ho. Mobile

Non è un periodo particolarmente felice per Vodafone. La compagnia telefonica, infatti, anche nel terzo trimestre 2022 continua a registrare numeri in picchiata relativamente ai clienti, sia nel mobile che nel fisso. Nel dettaglio, al 30 settembre 2022, gli utenti mobile sono 17.854.000, mentre al 30 giugno erano 17.859.000. Se si va ancora più indietro nel tempo, si ha un'idea più chiara di questa discesa costante: ad esempio al 31 marzo i clienti erano 17.925.000, mentre al 31 dicembre si arrivava alla cifra di 18.064.000. In pratica, negli ultimi due anni sono stati "smarriti" 889.000 clienti.

Il terzo trimestre 2022, inoltre, ha segnalato un ulteriore stop, quello del brand low cost di Vodafone, ovvero ho. Mobile. La crescita del brand, infatti, si è bloccata: il totale di 2,9 milioni di clienti è lo stesso registrato nel trimestre precedente (chiuso a giugno 2022). Rimanendo in tema di "second brand", Vodafone Group ha evidenziato anche che il suo operatore mobile virtuale VOXI (UK), ha registrato una crescita di +72.000 clienti negli ultimi sei mesi (con il maggior picco nel mese di settembre).

Ritornando a Vodafone, non va meglio nel campo delle utenze fisse. Anche in questo caso, infatti, il segno "meno" la fa da padrone. Nello specifico, per due trimestri consecutivi, i clienti risultano in calo (3.019.000 clienti a settembre 2022, mentre in quello precedente erano 3.033.000). Di conseguenza, anche la sezione "Ricavi" è in calo del 2,8% rispetto ad un anno fa (2.125 milioni di euro, di cui 1.507 milioni derivanti dalla telefonia mobile e 618 milioni di euro da quelli di rete fissa). Positivi, invece, i risultati di Gruppo, con ricavi nel semestre pari a 22,93 miliardi di euro (+2%), mentre i ricavi da servizi sono cresciuti del 2,5% a 19,20 miliardi di euro.

Infine, Vodafone, a partire dal 1° aprile 2025, ha annunciato tagli al personale al fine di abbattere i costi per un totale di un miliardo. Questa scelta, il Gruppo, l'ha motivata con i costi sempre di più in aumento dei costi energetici e dell'inflazione.

Mostra i commenti