Chiudere forzatamente app in Android 15 sarà più "dannoso" di prima

Android torna nuovamente a dirci che forzare la chiusura delle app non è sano.
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Chiudere forzatamente app in Android 15 sarà più "dannoso" di prima

Android 15 è ormai alle porte e in qualche modo lo conosciamo già grazie alle diverse beta pubbliche che Google ha rilasciato per i suoi Pixel. E ora apprendiamo di una novità che riguarda la procedura di chiusura forzata delle app.

Giusto il mese scorso abbiamo affrontato in maniera approfondita l'argomento della chiusura forzata delle app su Android, perché è una pratica molto diffusa ma che potrebbe portare più problemi che benefici. Nel nostro approfondimento abbiamo affrontato l'argomento dell'impatto negativo sulla batteria che si ha quando si chiudono forzatamente le app. Ora emergono altri effetti negativi che dovrebbero derivare dalla chiusura forzata delle app.

Con l'arrivo di Android 15 infatti dovrebbero arrivare ulteriori problemi con la chiusura forzata delle app. Questi si presenterebbero essenzialmente con le app che sono collegate a widget impostati sul proprio smartphone.

Forzare la chiusura delle app che hanno widget attivi su Android 15 causerà la disattivazione dei widget stessi. E per disattivazione si intende l'impossibilità di visualizzare le informazioni che di solito mostrano, così come sarà impossibile accedervi.

In altre parole, i widget disattivati corrisponderanno a delle schede bianche. E per riattivarli sarà necessario riavviare l'app che è stata chiusa forzatamente.

Google ha aggiornato gli sviluppatori in merito a questo cambiamento, anche se in realtà si tratta di una novità che coinvolgerà in prima persona anche gli utenti finali.

Insomma, avrete un motivo in più per abbandonare la pratica di chiusura forzata e indiscriminata delle app su Android 15. Anche perché sarà lo stesso Android a pensare per voi a come gestire la memoria e le risorse del vostro telefono.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici