Chrome su Android mette una marcia in più al multitasking: arriva il Picture-in-Picture per le schede

Su Chrome arriva la possibilità di ridurre a icona le schede personalizzate: ecco come funziona
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Chrome su Android mette una marcia in più al multitasking: arriva il Picture-in-Picture per le schede

Il vostro telefono Android sta diventando un vero e proprio strumento perfetto per il multitasking grazie alla possibilità di minimizzare le cosiddette schede personalizzate. 

Ma cosa sono le schede personalizzate e cosa comporta questa novità? Andiamo a scoprirlo, ricordandovi la nostra guida su come salvare i preferiti su Chrome

Cosa sono le schede personalizzate

Le schede personalizzate sono una funzionalità dei browser Android che consente agli sviluppatori di app di aggiungere un'esperienza di navigazione personalizzata direttamente nella loro app.

In pratica, quando aprite un link in un'app, come un link in Gmail, questo apre una scheda personalizzata di un browser, in genere Chrome, all'interno dell'app. 

Google offre diverse opzioni agli sviluppatori per personalizzare le schede personalizzate, come animazioni in entrata e uscita, modificare il colore della scheda per abbinarlo a quello dell'app, aggiungere azioni e voci nella barra degli strumenti, controllare l'altezza di avvio della scheda personalizzata e, ora, ridurre a icona (in realtà finestra Picture-in-Picture) la scheda personalizzata.

Come ridurre a finestra flottante le schede personalizzate

Storicamente, le finestre Picture-in-Picture (PiP) sono usate per i video, consentendo di avere una finestra flottante con un video in qualunque posizione dell'interfaccia del telefono.

Ora, con la possibilità di ridurre a finestra PiP anche le schede personalizzate di Chrome, Google intende permettere agli utenti di "passare senza sforzo tra app native e contenuti web".

Per usare la nuova funzionalità, non dovete fare altro che aprire un link in un'app, per esempio un link in Gmail, e in alto a sinistra vedrete una freccia verso il basso. La prima volta che la usate vedrete anche un messaggio che spiega come toccando il pulsante si può ridurre a icona la scheda per riaprirla in un secondo momento.

Toccandola, la scheda del browser si ridurrà a finestra PiP, che potrete spostare a piacere nello schermo del telefono. Questa finestra, che potrà essere solo una (non potrete aprirne di più), mostrerà la favicon del sito e il nome della pagina con il dominio.

Toccando la finestra, potete accedere a tre funzioni. Se toccate il quadrato al centro, potrete riportare la finestra a tutto schermo, mentre se toccate l'icona a forma di ingranaggio potete disattivare la funzione dalle impostazioni. 

Se toccate la "x" in alto a destra, chiudete la finestra. Allo stesso modo, per chiudere la finestra potete trascinarla verso il basso quando la spostate, sulla "x" che appare in fondo al telefono.

Limiti della funzione

Google indica la possibilità di ridurre a icona le schede personalizzate come un'integrazione "senza soluzione di continuità" che "consente il multitasking tra le superfici, migliorando l'esperienza di navigazione web in-app".

La novità è disponibile per tutti gli utenti su Chrome a partire dalla versione 124 (è stata introdotta per la prima volta nella beta della versione 122), e visto che attualmente siamo arrivati alla 125, dovrebbe essere disponibile sulla maggior parte dei dispositivi.

C'è però un limite: funziona solo con Chrome, ovviamente.

È vero che su Android la maggior parte delle app le schede personalizzate, ma alcune come Instagram o Threads hanno i loro browser, il che significa che in alcuni casi la nuova finestra PiP non funzionerà.

Google si augura che altri browser adottino una soluzione simile per migliorare l'esperienza su Android.

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici