Non essere tracciati da Facebook e Instagram potrebbe costare fino a 19€

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master
Non essere tracciati da Facebook e Instagram potrebbe costare fino a 19€

Si è parlato tante volte della possibilità di un servizio a pagamento per accedere ai social network di Meta, in particolar modo Facebook e Instagram. Per certi versi un servizio simile è già presente e riguarda la possibilità di attivare l'abbonamento verified che consente di avere il badge della verifica azzurro e un accesso prioritario all'assistenza. Ma quello di cui parliamo oggi è ben diverso.

Secondo un report dell Wall Streat Journal infatti Meta sarebbe pronta a lanciare in Europa un abbonamento per l'accesso ai suoi social network. Questo abbonamento permetterebbe all'utente finale di vivere un'esperienza priva di pubblicità su Facebook e Instagram. Secondo fonti ben informate il costo sarebbe di 10€ al mese, che diventerebbero 13€ se ci si iscrive tramite app (per compensare la tariffa di Apple e Google per le vendite tramite il loro store) e 6€ aggiuntivi per ogni account in più.

Questo vorrebbe dire 19€ per un'esperienza senza pubblicità sia su Facebook che su Instagram.

Se vi state domandando quale sarebbe il senso di questo servizio e chi potrebbe mai accettare di pagare questa cifra, il quesito è più che lecito e ha una risposta abbastanza chiara. Questo abbonamento infatti non verrebbe incontro alle richieste degli utenti e neanche da quelle della dirigenza Meta. L'abbonamento permetterebbe di liberare Meta dalla tenaglia dell'Unione Europea che gli ha intimato già da tempo di offrire un'alternativa agli utenti delle sue piattaforme che non vogliano essere tracciati per scopi pubblicitari. Ad oggi infatti il business principale di Meta è quello relativo alla pubblicità targhettizzate sui suoi social network, tra l'altro già messe in difficoltà dal sistema di blocco del tracciamento di Apple.

In sostanza quindi il sistema di abbonamenti permetterà all'utente di fare una scelta, speriamo informata, se pagare il servizio tramite un costo mensile, oppure tramite lo sfruttamento dei suoi dati a scopi pubblicitari.

Non è però ancora chiaro se l'Unione Europea accetterà questa soluzione come valida, considerando che il prezzo potrebbe essere considerato troppo alto per garantire una valida e corretta alternativa all'utente finale. L'Unione Europa è però incalzata da varie nazioni nel prendere una decisione drastica e bloccare la possibilità di Meta di proporre come unica soluzione il tracciamento degli utenti e pertanto crediamo che si potrà giungere ad un epilogo a breve.

Si tratterebbe dopotutto di una soluzione simile a quella adottata da piattaforme come Spotify che offrono un abbonamento e un sistema basato su pubblicità, anche se è difficile mettere davvero in comparazione queste due piattaforme, come invece Meta probabilmente spera.

Mostra i commenti