Files by Google diventa più smart: in arrivo la funzione di ''Ricerca intelligente''

Antonio Ionta
Antonio Ionta
Files by Google diventa più smart: in arrivo la funzione di ''Ricerca intelligente''

Nel panorama degli smartphone Android le applicazioni di file manager ricoprono un ruolo fondamentale nell'utilizzo giornaliero del dispositivo ed'è comune per i produttori preinstallarne una versione proprietaria. Anche Google non è da meno visto che con la sua applicazione Files ha sviluppato ed implementato un file manager per tutti gli utenti Android.

Ciò che rende Files by Google ''speciale'' rispetto alle alternative sono le diverse funzionalità smart integrate, le quali uniscono alla semplice gestione dei file in locale anche il poter liberare automaticamente della memoria tramite la cancellazione di file superflui e duplicati o la possibilità di creare una ''cartella sicura''.

Le funzionalità intelligenti non finiscono qui, Google infatti sta gradualmente implementando per tutti una nuova funzione che va a migliorare la gestione di tutti i file ritenuti più importanti presenti nel dispositivo. La funzione esegue la scansione della memoria dello smartphone per identificare eventuali carte d'identità, documenti sanitari o titoli di viaggio e li inserisce in una cartella dedicata in modo da poterli avere a portata di mano rapidamente.

Per fare in modo che l'elenco dei documenti resti sempre aggiornato, le scansioni vengono eseguite periodicamente in automatico.

La nuova funzione, non ancora disponibile per tutti, non sembra dipendere da un aggiornamento all'ultima versione dell'applicazione, indicando quindi una lenta implementazione tramite uno switch lato server. Una volta ottenuto, si verrà informati dell'aggiornamento tramite una nota pop-up come quella dello screenshot precedente ed una volta effettuata la prima scansione  verrà visualizzata la nuova sezione ''Importante'' nella barra in basso. La nuova sezione sarà ulteriormente divisa a sua volta in più schede per separare i documenti in diverse categorie.

Google assicura che i dati scansionati dell'utente resteranno sempre all'interno del dispositivo, ma nel caso foste comunque preoccupati per la vostra privacy sarà possibile disattivare la ricerca intelligente dal menu delle impostazioni dell'applicazione.

Tutte le news sulla tecnologia su Google News
Ci trovi con tutti gli aggiornamenti dal mondo della tecnologia
Seguici