Gboard ha un nuovo metodo di scrittura, ma non per tutti

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Gboard ha un nuovo metodo di scrittura, ma non per tutti

Conosciamo tutti l'impegno di Google nei confronti delle app e servizi che riguardano i dispositivi Android. E sappiamo che tra quelle più diffuse e curate c'è Gboard, la popolare tastiera virtuale di Google.

Nel corso degli ultimi anni Gboard ha ricevuto consistenti miglioramenti, sia in termini di funzionalità che in termini di aspetto grafico. Tra le funzionalità più interessanti di Gboard troviamo ad esempio la possibilità di personalizzarla in ogni dettaglio, qualcosa che anni fa era possibile solo con specifiche tastiere di terze parti.

Nelle ultime ore Google ha rilasciato una consistente novità per la sua tastiera. Parliamo della possibilità di scrivere a mano con la Gboard. Si tratta di una funzionalità particolarmente interessante e utile per coloro che usano un dispositivo dotato di supporto alle penne, o comunque di un display abbastanza grande da permettere l'interazione comoda con la scrittura a mano.

Per questo motivo la novità arriva esclusivamente per Pixel Tablet e per i tablet di casa Samsung.

La selezione dei modelli di Samsung non è casuale, visto che negli ultimi tempi la collaborazione tra Google e Samsung si è rafforzata parecchio, soprattutto in ambito smartwatch e Wear OS.

La nuova funzionalità per la scrittura a mano include diverse opzioni accessibili tramite gesture da effettuare con la penna, andiamo a vederle insieme:

  • Elimina: la quale permette di utilizzare la penna per cancellare una lettera, una parola o una frase.
  • Seleziona: per selezionare rapidamente lettere o parole.
  • Inserisci: ovvero l'opzione che permette di inserire testo in qualsiasi punto del testo.
  • Unisci: per unire parti di testo disegnando una linea verticale con la penna nel punto di fusione.
  • Nuova riga: gesture che permette di andare a capo.

Inoltre, durante la scrittura sarà possibile accedere a un menù laterale che include opzioni rapide per accedere alle impostazioni, avviare il tutorial, mostrare gli appunti, mostrare la traduzione e selezionare la lingua di scrittura.

Insomma, si tratta di una funzionalità che fornisce un ulteriore motivo per usare Gboard da parte di coloro che usano spesso tablet e penne per prendere appunti e scrivere documenti.

La novità è riservata a coloro che hanno un Pixel Tablet o un tablet Samsung. Qualcuno l'ha già ricevuto con la versione 13.7 beta, rimane da capire se è in fase di distribuzione anche per coloro che hanno la versione stabile.

Via: 9to5Google

Community SmartWorld +15k
Confrontati con altri appassionati di tecnologia nel gruppo segreto
Entra