I giochi Xbox su PS5 e Switch: la punta di diamante della rivoluzione Microsoft

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
I giochi Xbox su PS5 e Switch: la punta di diamante della rivoluzione Microsoft

Torniamo a parlare di quella che sarà una rivoluzione nel mondo dei videogiochi, soprattutto per quanto riguarda i contenuti per console. Parliamo della storica decisione di Microsoft di portare i giochi finora in esclusiva su Xbox anche su altre piattaforme.

Nelle ultime ore The Verge ha ricevuto nuovi dettagli in merito a questa mossa sicuramente importante da parte di Microsoft. Il colosso di Redmond sembra ormai deciso a portare alcuni dei titoli che in precedenza erano in esclusiva su Xbox anche su PS5 e Nintendo Switch.

Finora si è parlato solo di PS5 e Nintendo Switch, ma non è escluso che i titoli non arrivino anche su altre piattaforme di gioco popolari. Grazie ai dettagli riferiti dalle fonti interne a The Verge, abbiamo un quadro più chiaro anche di quali giochi arriveranno su PS5 e Nintendo Switch.

In un primo momento dovrebbero arrivare Hi-Fi Rush e Pentiment. In un secondo momento, che dovrebbe cadere entro la fine di quest'anno, dovrebbe arrivare anche Sea of ​​Thieves.

I rumor finora emersi in rete indicano che potrebbero arrivare anche alcuni titoli Bethesda come Starfield e Indiana Jones.

Come abbiamo sottolineato la prima volta che ne abbiamo parlato, si tratta di una strategia completamente nuova per Microsoft, la quale probabilmente mira a far crescere le entrate da parte dei titoli che finora ha distribuito in esclusiva su Xbox.

E dietro questa strategia potrebbe esserci dell'altro. Microsoft sta facendo i conti con una crescita sotto tono di Xbox Game Pass in termini di abbonati. Lo scorso maggio 2022 l'azienda aveva riferito di voler raggiungere i 100 milioni di abbonati entro il 2030, quando ne aveva appena raggiunti 25. A distanza di quasi due anni, Microsoft non ha più comunicato i suoi traguardi in termini di numero di abbonati a Game Pass, ma gli analisti stimano che dovrebbero aggirarsi attorno ai 33 milioni.

In sostanza, Game Pass ha frenato e probabilmente non raggiungerà gli obiettivi fissati da Microsoft.

Questo ha scaturito dei malumori interni a Microsoft, i quali sono stati scovati in alcune conversazioni interne tra dirigenti, nelle email rese pubbliche durante il caso FTC contro Microsoft.

Inoltre, Microsoft deve anche affrontare la compensazione di un importante investimento, come quello che portato all'acquisizione di Activision Blizzard. E allo stesso tempo non vede rosee prospettive nel segmento mobile, dove inizialmente sperava di sfruttare l'onda del Digital Markets Act voluto dall'Unione Europea per lanciare uno store di contenuti trasversale. I nuovi piani di Apple proprio in termini di adattamento degli store, potrebbe mettere in ombra le novità che ha in mente Microsoft.

Sommando tutti questi fattori capiamo che il quadro per Microsoft non è semplice, soprattutto se l'obiettivo è ripianare gli investimenti fatti recentemente nel settore dei videogiochi. E allora l'idea di portare i giochi Xbox su PS5 e Nintendo Switch potrebbe essere parte della soluzione, o forse no?

Mostra i commenti