Google vuole che le app Android siano davvero multi dispositivo

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Google vuole che le app Android siano davvero multi dispositivo

Nel mondo smartphone Android Google gioca un ruolo di primo piano e detta le regole, almeno in termini di sviluppo Android. BigG cerca da anni di uniformare un settore molto variegato, dato dalla tanta varietà di modelli e di produttori che si affidano ad Android.

Canale Telegram Offerte

Proprio in questi termini Google ha introdotto un'interessante novità che riguarda lo sviluppo delle app e che dovrebbe coinvolgere tutti gli sviluppatori che lavorano nel settore Android. Google ha appena lanciato un nuovo SDK per le app multi dispositivo.

La novità introdotta da Google consiste in un nuovo strumento di sviluppo per le app, ed è dunque rivolto esclusivamente agli sviluppatori che creano i loro prodotti per il mondo Android. Il nuovo SDK basa il concetto di cross device sulla connettività Wi-Fi, Bluetooth e ultra wide band (UWB).

Gli obiettivi principali del nuovo SDK consistono nello sviluppo di app Android che siano in grado di:

  • Scoprire i dispositivi nelle vicinanze, attraverso il protocollo Nearby Share.
  • Stabilire connessioni sicure tra i dispositivi.
  • Permettere un'esperienza dell'app su più dispositivi.

Il concetto di utilizzo dell'app su più dispositivi è molto più profondo di quanto pensiate.

L'idea di Google è quella di usare app su dispositivi diversi in maniera collaborativa, in tempo reale. Si immagina ad esempio di poter usare un'app per l'ordine di cibo a domicilio tra diversi utenti su dispositivi diversi, in modo da completare l'ordine in tempo reale per diverse persone.

Oppure poter continuare a leggere un articolo su un dispositivo diverso dopo che si è iniziato a leggerlo su un altro. O ancora, poter condividere la posizione attuale dal proprio smartphone acquisendola dal sistema Android Auto durante la navigazione.

Insomma, il nuovo concetto di app multi dispositivo che ha in mente Google dovrebbe unificare ulteriormente i vari dispositivi che si utilizzano, facendo da collante e offrendo un'esperienza utente che sia sempre più vicina a quella che si avrebbe utilizzando un unico dispositivo.

Quindi il nuovo SDK prende in considerazione l'integrazione delle app multi dispositivo non solo su tutti i dispositivi Android, ma anche per quelli che si basano su Android Auto e Google TV / Android TV.

La novità è per gli sviluppatori, ci aspettiamo che questa si trasformi in novità per noi utenti finali quando gli sviluppatori riusciranno a sfruttarla a pieno per realizzare i loro progetti. Per maggiori dettagli potete far riferimento alla documentazione completa che Google ha pubblicato sul sito ufficiale.

Mostra i commenti