Dal cibo alla musica, Google Arts & Culture ispira la creatività grazie all'intelligenza artificiale

Gli artisti del Google Arts & Culture Lab presentano Food Mood e Musical Canvas
Antonio Ionta
Antonio Ionta
Dal cibo alla musica, Google Arts & Culture ispira la creatività grazie all'intelligenza artificiale

Torniamo a parlare di Google Arts & Culture: il progetto di Big G per scoprire in modo coinvolgente (anche da smartphone) il nostro patrimonio culturale tra storia, arte e le meraviglie che ci circondano. Dopo Art Selfie 2, questa volta è il turno di due nuovi esperimenti interattivi creati dagli artisti del Google Arts and Culture Lab. Parliamo di Food Mood e di Musical Canvas,  entrambi pensati per stimolare la creatività con l'aiuto dell'intelligenza artificiale di Google (qui le migliori app per creare immagini).

Food Mood

Il cibo e la creatività vanno da sempre a braccetto ma spesso risulta più comodo riproporre le solite ricette. Food Mood è stata pensata proprio per avere nuove ispirazioni in cucina, facendo affidamento sulla variegata cultura culinaria globale. Basta semplicemente scegliere due paesi tra quelli elencati e osservare la generazione di una nuova ricetta fusion. Oltre ai due paesi, è possibile scegliere il tipo di portata (antipasto, zuppa, piatto principale o dessert) e il numero di persone.

Ogni ricetta avrà all'inizio la propria immagine generata, mentre scorrendo la pagina troveremo un breve descrizione, il tempo di preparazione, gli ingredienti, i vari passaggi e qualche suggerimento. Comoda anche la possibilità di avere ulteriori informazioni sugli ingredienti usati nella ricetta grazie al collegamento con le rispettive pagine su Wikipedia. Questo esperimento è stato creato dagli artisti Emmanuel Durgoni e Gaël Hugo e utilizza Gemini 1.0 Pro tramite Vertex AI.

Potete provare Food Mood da browser e dall'applicazione Google Arts & Culture (disponibile per i vari sistemi), andando nella pagina ''Gioca'' e sulla sezione ''Labs'' (o direttamente cercando il nome).

Musical Canvas

Musical Canvas permette, sia agli artisti di talento sia agli scarabocchiatori occasionali, di generare una colonna sonora ispirata al proprio disegno, creato sull'apposita tela digitale. Lo strumento utilizza Gemini 1.0 Pro tramite Vertex AI per fornire un commento sulla qualità artistica del disegno, successivamente MusicLM andrà a generare la musica adatta.

Lo strumento consente di aggiungere anche degli effetti visivi alla propria creazione grazie a dei ''Filtri'', i quali andranno ad influenzare la musica generata. Musical Canvas è stato creato dall'artista residente Simon Doury.

Potete provare Musical Canvas da browser e dall'applicazione Google Arts & Culture (disponibile per i vari sistemi), andando nella pagina ''Gioca'' e sulla sezione ''Labs'' (o direttamente cercando il nome).