Google Foto: arriva una nuova scheda che mostra la qualità delle immagini

Ma solo per la versione Web
Google Foto: arriva una nuova scheda che mostra la qualità delle immagini
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Google è sempre al lavoro sulla sua app Foto per arricchirla di nuove funzioni e piccoli ritocchi in modo da affinare l'esperienza utente, ma la versione per Web continua a mantenere alcune esclusive che la società di Mountain View non sembra intenzionata a trasferire nelle versioni mobile. 

Stiamo parlando delle sezioni che si trovano all'interno delle informazioni di una foto (cliccando sulla "i" cerchiata dopo aver selezionato un'immagine) che indicano il dispositivo da cui è stata caricata o da chi è stata condivisa.

Google Drive, Gmail, Foto: soluzioni e trucchi per liberare spazio

Ora Google ha aggiunto una nuova sezione, oltre a quelle sopra citate "Caricata da" e "Condivisa da", denominata "Backup", che mostra alcune informazioni sull'immagine di cui si è fatto appunto il backup, come:

  • la qualità dell'immagine, per esempio "Originale" o "Risparmio spazio di archiviazione"
  • lo spazio occupato, indicando "questo elemento non occupa spazio nella memoria del tuo account" al posto della vecchia opzione "Alta qualità" o per i primi dispositivi Pixel o lo spazio effettivamente occupato dall'immagine

In quest'ultimo caso, è interessante notare come le dimensioni siano state spostate dalla seconda sezione, contenente nome e risoluzione dell'immagine. Inoltre Google non mostra più le dimensioni del file per i contenuti che non consumano spazio di archiviazione.

Inoltre come potete notare la sezione contenente nome e risoluzione dell'immagine è stata spostata sotto a quella dedicata ai dati EXIF come il nome del dispositivo che l'ha scattata, l'apertura dell'obbiettivo, il tempo di apertura e il valore ISO.

Questa aggiunta va nella stessa direzione della modifica (epocale) avvenuta l'anno scorso con l'interruzione dello spazio illimitato di backup e dovrebbe consentire agli utenti di gestire meglio il loro spazio di archiviazione sul cloud. 

Al momento la nuova sezione non sembra ampiamente implementata su tutti gli account, ma è in via di distribuzione e probabilmente raggiungerà tutti gli utenti nel corso delle prossime settimane.

Mostra i commenti