Google Messaggi integrerà il protocollo MLS per la messaggistica crittografata E2E interoperabile

Antonio Lepore
Antonio Lepore
Google Messaggi integrerà il protocollo MLS per la messaggistica crittografata E2E interoperabile

Negli scorsi giorni Google ha ufficializzato il suo supporto per la comunicazione end-to-end criptata interoperabile tra grandi piattaforme di messaggistica, con l'obiettivo di implementare il protocollo MLS in Google Messaggi e Android. Si tratta di un passo verso la normativa europea, tra cui il Digital Markets Act dell'Unione Europea, visto che la regolamentazione prevede che iMessage sia interoperabile con altre piattaforme di messaggi. Per arrivare a ciò, occorrono standard aperti e convalidati, soprattutto nell'ambito della privacy, della sicurezza e della crittografia end-to-end.

La chiave di questa interoperabilità E2E criptata è il protocollo MLS dell'Internet Engineering Task Force (IETF). In particolare, Google fa riferimento alla specifica Message Layer Security (MLS) dell'Internet Engineering Task Force (IETF) RFC 9420. A questo proposito, secondo Google l'MLS renderebbe possibile un'interoperabilità pratica tra servizi e piattaforme, con la scalabilità a gruppi di migliaia di utenti multi-dispositivo.

Tra l'altro, MLS è anche flessibile al punto da permettere ai fornitori di superare le minacce alla privacy degli utenti, come la computazione quantistica.

Google, dunque, punta ad integrare MLS nella sua applicazione Messages e "supporterà la sua ampia implementazione nel settore mediante la condivisione del nostro codice di implementazione all'interno del codice sorgente Android".

Mostra i commenti