Google e NASA portano il sistema solare in 3D sul palmo delle nostre mani

Google e NASA portano il sistema solare in 3D sul palmo delle nostre mani
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Questo decennio ha visto rinascere le speranze per l'esplorazione spaziale, grazie alle imprese di NASA, con l'ultima missione Artemis, e SpaceX su tutti, ma con in generale una maggiore ambizione per arrivare su Luna e Marte, senza dimenticare il telescopio James Webb Space.

Proprio a seguito di questa nuova ondata di entusiasmo, NASA e Google Arts & Culture hanno collaborato per portare più di 60 modelli 3D di pianeti, lune e veicoli spaziali della NASA nella Ricerca Google (come impostarla come pagina iniziale).

Segui SmartWorld su News

Questo vuol dire che quando cercate questi argomenti su Google, potete cliccare sul pulsante Visualizza in 3D per comprendere ancora meglio i diversi elementi di quello che state guardando.

Fonte: Google

Ma non è finita qui. Quando usate la funzione sul cellulare, potete persino utilizzare la realtà aumentata per "proiettare" questi modelli nello spazio circostante. Qui sotto trovate una GIF esplicativa

Fonte: Google

Le immagini non riguardano solo gli oggetti celesti, con storie sulla pioggia di diamanti su Nettuno, sui giganti gassosi e sui pianeti nani per arrivare alle lune di Saturno, ma anche le tecnologie della NASA come la Parker Solar Probe o Landsat. C'è anche un tour delle più grandi immagini del telescopio Hubble, una sezione sulla Stazione Spaziale Internazionale, e c'è anche spazio per il Rover Mars Perseverance.

L'iniziativa servirà a ispirare gli astronauti e i ricercatori di domani, e infatti è promossa dalla sezione STEM Engagement della NASA. Oltre allo Spazio, Google prevede di dedicare progetti simili anche e cellule, concetti biologici (come i sistemi scheletrici) e altri modelli educativi.

Mostra i commenti