Google deve risolvere un incubo per chi ha Pixel 6

Come evitare il brick dello smartphone dopo il reset.
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Google deve risolvere un incubo per chi ha Pixel 6

I Pixel sono sempre stati caratterizzati da un pronto supporto software da parte di Google, aspetto che non ha impedito ad alcuni bug di rovinare l'esperienza utente a coloro che li hanno acquistati. E il bug che riguarda Pixel 6 è particolarmente pesante.

Dopo uno degli ultimi aggiornamenti di sistema i Pixel 6 hanno iniziato a soffrire di un bug strano quanto particolarmente pesante. Parliamo del brick del dispositivo, la situazione peggiore che possa capitare a un utente Android. Per brick si intende infatti la situazione in cui lo smartphone è un mattoncino inerte, ovvero il dispositivo non si avvia e non funziona in alcun modo. L'hard brick è il peggiore dei casi, quello in cui non vi è nessun modo di rianimare lo smartphone.

Questo è quello che è accaduto ad alcuni utenti con Pixel 6, i quali, dopo aver installato l'ultimo aggiornamento Android, hanno provato a resettare il dispositivo ai dati di fabbrica. Dopo il reset i Pixel 6 non si sono riavviati, diventando appunto dei mattoncini senza anima.

Il problema riguarderebbe anche Pixel 6a.

L'operazione di reset dopo un aggiornamento di sistema non è così inusuale. Tanti utenti effettuano un reset dopo gli aggiornamenti di sistema, in modo da "pulire" il dispositivo per avere la migliore esperienza utente dopo l'aggiornamento. Peccato per i Pixel 6 l'operazione ha portato al brick.

La causa di questo bug è tuttora sconosciuta, anche perché non riguarda tutti i Pixel 6. Qualcuno afferma di essere riuscito a resettare Pixel 6 dopo aver aggiornato all'ultima beta di Android 15. Sfortunatamente, Google non ha rilasciato alcuna indicazione su quando verrà risolto il problema alla radice. Ma almeno ha fornito agli utenti un suggerimento per scongiurare il brick.

Come indicato sul suo forum di supporto ufficiale, Google suggerisce di attendere almeno 15 minuti tra l'esecuzione dell'aggiornamento e il reset ai dati di fabbrica. Gli utenti dovrebbero quindi eseguire l'aggiornamento e lasciare lo smartphone acceso e inattivo per almeno 15 minuti dopo il riavvio richiesto per completare l'aggiornamento.

Successivamente, potranno proseguire con il reset.

Data la natura ancora poco chiara del problema, quello che faremmo noi è proprio evitare il reset dopo l'aggiornamento, almeno finché Google non rilascia il fix definitivo. Riemergere da una situazione di brick non è così semplice, a volte impossibile.

Il canale degli sconti tech +50k
Tutti i migliori sconti e coupon per la tecnologia
Seguici