Il Huawei Mate 60 Pro non sarà il vostro prossimo smartphone

Lorenzo Musichini
Lorenzo Musichini
Il Huawei Mate 60 Pro non sarà il vostro prossimo smartphone

Huawei è un brand con molti anni sulle spalle, che però nel 2019 ha subito il ban degli Stati Uniti, che di conseguenza l'ha portato a lanciare smartphone senza i servizi Google.

Ma l'azienda cinese non si è data per vinta, sviluppando un proprio sistema operativo, HarmonyOS, e un proprio app store, AppGallery. Infatti, ha continuato a produrre smartphone, nonostante non avesse più l'appeal di un tempo. 

Proprio pochi giorni fa Huawei ha presentato il Mate 60 Pro, uno smartphone top di gamma con delle funzionalità interessanti, come la possibilità di effettuare chiamate satellitari o come l'apertura variabile del sensore della fotocamera principale.

Nel momento del suo lancio non era stato specificato se il dispositivo sarebbe stato poi lanciato anche in Europa, ma oggi arriva la conferma direttamente da Huawei: come dichiarato ad AndroidAuthority, il Mate 60 Pro rimarrà un'esclusiva della Cina e non sbarcherà da noi.

Non è stata data una spiegazione per questa scelta da parte dell'azienda cinese, che sembra in controtendenza con il passato, visto che sia il Mate 50 Pro sia il P60 Pro sono disponibili da noi e fanno parte di una serie di dispositivi scontati per il Back to School.

Quindi, di certo non si tratta di un disinvestimento sul suolo europeo, ma forse Huawei vuole concentrarsi sul mercato interno cinese, dove grazie ai suoi pieghevoli sta risalendo la classifica dei brand di maggior successo: impresa decisamente difficile in Occidente.

Mostra i commenti