Su Instagram arrivano i post solo per follower paganti

Su Instagram arrivano i post solo per follower paganti
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Instagram è uno dei social network più diffusi al mondo, grazie al suo bacino di utenti che è ormai dell'ordine del milione. La stessa Instagram ha appena annunciato un'importante novità che riguarda l'accesso ai contenuti condivisi dai suoi utenti.

Offerte Amazon

Dopo aver aperto alla possibilità di avviare degli abbonamenti a pagamento per i follower da parte dei creatori che operano su Instagram, la stessa piattaforma social lancia la possibilità per i creator di rendere a pagamento l'accesso a specifici contenuti condivisi.

Questo era già possibile per la visualizzazione delle Storie, le quali risultavano accessibili soltanto agli abbonati ai profili dei creator che avevano sposato tale modalità. Ora sarà possibile restringere l'accesso tramite abbonamento anche ai singoli post. Su Instagram arriverà quindi una sezione della home, per i creator che imposteranno gli abbonamenti come accesso ai loro contenuti, nella quale sarà possibile selezionare quali contenuti rendere a pagamento.

Tali abbonamenti, almeno per il mercato statunitense, possono variare tra 0,99 e 99,99 dollari. Coloro che li sottoscriveranno avranno un badge viola. Tra i benefit per gli abbonati ci sarà anche la possibilità di vedere in esclusiva le dirette dei creator per i quali si sono abbonati.

Oltre a questo, i creator potranno anche parlare direttamente con i propri abbonati, tramite i Direct della piattaforma, fino ad un massimo di 30 abbonati contemporaneamente.

Insomma, abbiamo capito che la strada intrapresa da Instagram è quella della monetizzazione ad un livello più profondo rispetto a quello della pubblicità e delle affiliazioni. Gli abbonamenti ai singoli profili somigliano a quelli che attualmente sottoscriviamo per i vari servizi di streaming, con la differenza che su Instagram si avrà molta più scelta. A voi concludere se è un bene o un male.

Le novità appena descritte per Instagram arrivano negli USA. Adam Mosseri, il numero 1 di Instagram, ha riferito però che la piattaforma ha intenzione di estendere queste novità anche ad altre regioni. Voi le vorreste in Italia?

Mostra i commenti