Libero Mail: servizio in ripristino (ma senza nuove mail). Come entrare.

Aggiornamento: Libero annuncia compensazioni per il down e fa chiarezza su che fine hanno le email ricevute durante il down.

Dopo l'aggiornamento di ieri, in cui Libero riconosceva ancora una volta il problema ma non dava date per il ripristino del sistema, oggi qualcosa sembra iniziare a muoversi.

Libero ha rilasciato infatti una nuova nota sui suoi social, spiegando che il servizio Libero Mail è in ripartita. La strada scelta da Libero è quella del ripristino graduale, basato sul singolo account. In sostanza solo alcuni account sono stati "riaccesi" mentre gli altri dovranno ancora attendere, speriamo poco. Il pannello per l'accesso alla posta sul sito è adesso accessibile, ma l'azienda sembra suggerire di tentare l'accesso da app per scoprire se si è stati riabilitati al servizio.

Libero Mail: riapertura progressiva.
Desideriamo informare i nostri utenti, a cui vanno nuovamente le nostre scuse per il disagio arrecato, che il disservizio della Libero Mail dovuto a instabilità all'infrastruttura è in fase di risoluzione.
È in corso la riapertura progressiva e costantemente monitorata delle caselle e anche l'accesso tramite App è reso disponibile con le medesime modalità.
I nostri tecnici proseguono nel lavoro per rispristinare quanto prima le piene funzionalità degli account.
Siamo consapevoli del disagio arrecato e non possiamo che ringraziare i milioni di utilizzatori di Libero Mail per la pazienza dimostrata.
Ulteriori aggiornamenti saranno forniti appena disponibili. Per ogni necessità, resta attivo per i nostri utenti il numero di assistenza 02-83 90 55 21, tutti i giorni dalle 8 alle 22.
Quello che molti utenti fanno notare, e che noi avevamo anticipato, e che le mail che si sarebbero dovute ricevere dal 13 giugno non sono nella casella di posta. Questo perché il problema ha riguardato proprio i server di posta di Libero e non tanto la sua interfaccia o il suo accesso. Ora che il servizio è in ripristino noi vi consigliamo di valutare attentamente per il futuro a quale servizio di posta affidarvi. Qui la guida per passare a GMail. Fateci sapere nei commenti se il servizio di posta vi è stato ripristinato. Noi continueremo ad aggiornarvi.
Mostra i commenti