macOS Sequoia consente il mirroring dell'iPhone e, finalmente, una gestione delle finestre più matura

Con macOS Sequoia Apple migliora la produttività, introduce Apple Intelligence e dà ancora più spazio ai giochi
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
macOS Sequoia consente il mirroring dell'iPhone e, finalmente, una gestione delle finestre  più matura

Al WWDC 2024 è arrivato il momento di macOS 15 Sequoia, che non rappresenta una rivoluzione, ma migliora la produttività grazie a tante novità interessanti (e si integra bene con iOS 18).

Tra le caratteristiche di rilievo, la tanto declamata Apple Intelligence, ma anche il mirroring dell'iPhone e soprattutto una migliore gestione delle finestre. Ma è solo l'inizio: andiamo a scoprire cosa ci attende e quali Mac saranno compatibili con l'aggiornamento. 

Le novità di macOS Sequoia

Gestione delle finestre

Una delle novità forse meno importanti ma che gli utenti apprezzeranno maggiormente è la possibilità di disporre le finestre in maniera più versatile. 

Basta trascinare una finestra verso il bordo dello schermo, e macOS Sequoia suggerirà automaticamente un riquadro sulla Scrivania in cui rilasciarla. Potrete anche affiancare i vari riquadri o disporli sugli angoli, o usare i nuovi comandi rapidi da tastiera e della barra dei menu.

Mirroring dell'iPhone

Con macOS Sequoia, Apple ha migliorato nettamente le funzioni di Continuity e introduce iPhone Mirroring.

Come accade per alcuni produttori di telefoni Android, potrete vedere le notifiche, accedere e usare ogni funzione di iPhone direttamente dal Mac utilizzando tastiera e mouse, e anche l'audio uscirà dagli altoparlanti del computer.

Non solo, ma sarà possibile trascinare contenuti da iPhone a Mac e viceversa, e rispondere alle telefonate dal telefono. Durante il mirroring, l'iPhone rimane bloccato e in StandBy.

Apple Intelligence

Apple Intelligence, l'intelligenza artificiale generativa di Apple che si appoggia a ChatGPT arriverà su tutti i dispositivi della mela, arriva anche sul Mac (da questa estate nella beta di Sequoia). Lo strumento è in grado di comprendere e generare linguaggio e immagini, e sul Mac potrete usarla per diverse operazioni (richiede un chip M1 o superiori).

La più interessante è sicuramente Writing Tools, una funzione integrata a livello di sistema che sfruttando ChatGPT permette di rielaborare, correggere e sintetizzare un testo in pressoché qualsiasi app, tra cui Mail, Note, Pages e altre app di terze parti.

Ma ovviamente c'è spazio anche alle immagini: Image Playground consente di creare immagini, da integrare anche in altre app come Messaggi, in pochi secondi scegliendo fra tre stili diversi: animazione, illustrazione e schizzo.

Anche Foto sfrutta Apple Intelligence, consentendo di creare una storia in Ricordi semplicemente inserendo una descrizione, mentre Clean Up permetterà di rimuovere gli oggetti dallo sfondo in maniera generativa. 

Grazie a ChatGPT, Siri sarà in grado di agire per voi nelle app ed estrarre informazioni contestuali in base alle informazioni personali, il tutto con comandi vocali, ma con la possibilità anche di scriverli.

Gaming

Con Sonoma, Apple aveva iniziato a dare più spazio al gaming, e ora prosegue in questo impegno con nuovi titoli e funzioni. I titoli in arrivo sono Assassin's Creed Shadows e Prince of Persia: The Lost Crown di Ubisoft, mentre Capcom presenterà RESIDENT EVIL 7 biohazard e RESIDENT EVIL 2. Nel corso dell'anno arriveranno anche l'espansione di World of Warcraft: The War Within, oltre a Frostpunk 2, Palworld, Sniper Elite 4 e RoboCop: Rogue City.

Per quanto riguarda i miglioramenti, grande attenzione all'audio, con l'audio spaziale e una latenza ridotta con gli AirPods Pro di seconda generazione, e una Modalità gioco migliorata per frame rate più fluidi. 

Infine Apple ha anche annunciato Game Porting Toolkit 2 per permettere agli sviluppatori di adattare i titolo a macOS più velocemente.

Nuove funzioni in Safari

Safari introduce Highlights, un modo più semplice di scoprire informazioni sul web, come indicazioni stradali, riassunti e link rapidi per saperne di più su persone, musica, film e programmi TV. Inoltre sono state aggiornate la Modalità Lettura e Viewer mette i video in primo piano. 

Nuova app Password

Il portachiavi sta ricevendo un aggiornamento importante con una nuova app Password che consente memorizzare molti nuovi tipi di password, tra cui password Wi-Fi, passkey, codici di verifica e password condivise. Sarà disponibile su iOS, iPad, Mac e visionOS e si sincronizzerà con Windows utilizzando iCloud per Windows.

Videoconferenze

C'è spazio anche per le videochiamate in macOS Sequoia, con una nuova opzione di anteprima per chi presenta (compatibile con app come FaceTime e Zoom) che consente di vedere quello che si vuole mostrare prima di condividerlo. 

Per chi ama personalizzare l'esperienza, sono disponibili nuove opzioni per gli sfondi sia per FaceTime che in app di terze parti come Webex. 

Altre novità

Apple ha anche aggiornato altre funzioni di macOS, come Mappe, la funzione Raccolte di Foto per organizzare le immagini in temi, Note, che supporta Apple Intelligence, un'app Calcolatrice ridisegnata e l'integrazione di Calendario con Promemoria.

Quando arriva Sequoia e i Mac compatibili

La beta per sviluppatori di macOS Sequoia è disponibile oggi, mentre le beta pubbliche partiranno da luglio. La versione completa uscirà nell'autunno 2024.

macOS Sequoia è compatibile con tutti i Mac con Apple Silicon, così come con alcuni basati su Intel con chip di sicurezza T2, necessari per il mirroring dell'iPhone.

L'elenco include iMac Pro 2017, Mac Mini e MacBook Pro del 2018, oltre a Mac Pro e Mac del 2019.

Tenete presente invece che Apple Intelligence richiede il chip Apple Silicon, quindi i seguenti Mac:

  • MacBook Pro introdotto nel 2021 o successivo, più MacBook Pro (13 pollici, M1, 2020)
  • MacBook Air introdotto nel 2022 o successivo, più MacBook Air (M1, 2020)
  • iMac introdotto nel 2021 o più tardi
  • Mac mini introdotto nel 2020 o successivamente
  • Mac Studio introdotto nel 2022 o successivamente
  • Mac Pro introdotto nel 2023

Per scoprire il modello del vostro Mac, cliccate in alto a sinistra sul menu Apple e selezionate Informazioni su questo Mac. Vedrete il modello, l'anno di produzione e il chip. 

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici