L'ultima novità di Meta: sarà possibile conversare con l'IA BlenderBot 3

L'ultima novità di Meta: sarà possibile conversare con l'IA BlenderBot 3
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Stando a quanto riportato da The Verge, gli sviluppatori di Meta hanno rilasciato un'IA con cui sarà possibile avviare una conversazione: si tratta di BlenderBot 3, che sarà in grado anche di rispondere alle domande che di solito si pongono ad un assistente digitale. In questo momento, però, questa possibilità è riservata esclusivamente ai cittadini degli Stati Uniti.

BlenderBot 3 è un prototipo, inizialmente addestrato su grandi set di dati di testo, che estrae per modelli statistici al fine di generare il linguaggio. Inoltre, è in grado di effettuare ricerche sul web così da essere in grado di conversare su argomenti specifici. Tra l'altro, gli utenti potranno premere sulle risposte che egli fornirà in modo tale da scoprire la fonte. Attraverso questo iniziale rilascio, Meta punta a raccogliere dei feedback così da comprendere come avviare un lancio esteso del bot. Ad esempio, gli utenti potranno segnalare risposte "strane" (gli utenti dovranno acconsentire alla raccolta dei loro dati). A riguardo, gli sviluppatori hanno affermato di aver lavorato sodo per "ridurre al minimo l'uso da parte dei robot di linguaggio volgare, insulti e commenti culturalmente insensibili". 

In pratica, si punta ad evitare ciò che accadde con Tay, il bot lanciato da Microsoft nel 2016. Gli utenti, infatti, "insegnarono" a Tay parole razzista, antisemite e misogine, costringendo l'azienda a disattivare l'assistente digitale dopo nemmeno 24 ore. Su questo punto, è intervenuta Mary Williamson, responsabile dell'ingegneria della ricerca presso Facebook AI Research (FAIR): "Mentre Tay è stato progettato per imparare in tempo reale dalle interazioni degli utenti, BlenderBot è un modello statico. Ciò significa che è in grado di ricordare quello che gli utenti dicono all'interno di una conversazione, tuttavia questi dati verranno utilizzati solo per migliorare il sistema più avanti".

Mostra i commenti