"Non siamo riusciti a consegnare il pacco": ma il pacco era una truffa (ben fatta)

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Tech Master
"Non siamo riusciti a consegnare il pacco": ma il pacco era una truffa (ben fatta)

Torna alla ribalta in queste settimana una tipologia di phishing abbastanza ricorrente, ovvero il finto pacco in giacenza. In questo caso è un SMS che arriva da poste italiane e con il seguente testo:

Non siamo in grado di consegnare il pacco a causa dell'indirizzo non valido,modificare l'indirizzo per la consegna tempestiva.verifica:

A seguire troviamo un URL che recita PosteItaliane, ma che va ovviamente a finire su un dominio diverso. Altri due campanelli d'allarme sono il punto senza spazio nel testo e il mittente che è un numero con prefisso +33, ovvero greco. Ma se come nel mio caso eravate davvero in attesa di un pacco da Poste Italiane (e nel caso specifico addirittura ero a conoscenza che l'indirizzo di destinazione fosse errato) con un po' di distrazione potrebbe capitare di fare click sul link.

E lì il sito che ci si para davanti è esattamente quello di Poste Italiane, tanto che tutti i link che non riguardano la truffa rimandano davvero al sito ufficiale, mentre poco sotto la pubblicità e i link ai vari servizi sono fraudolenti.

Ci vede anche una tracciabilità (vera) a cui è stata aggiunta un'ultima riga (leggermente sgrammaticata) in cui si informa che il pacco non è stato consegnato.

Proseguendo con lo svincolo della spedizione ci verrà chiesto un pagamento con carta di credito di pochi spiccioli (0,98€) nel nostro caso, che potrebbe probabilmente spingere qualcuno a pagare pensando che qualsiasi fosse il pacco in arrivo verrà questo piccola spesa. Ovviamente però a quel punto l'addebito sarebbe probabilmente di una cifra più grande e soprattutto i truffatori avrebbero i dati della vostra carta di credito.

Se foste cascati in questa truffa il nostro consiglio è chiamare immediatamente la vostra banca per bloccare i pagamenti. Seguiteci nel nostro canale WhatsApp per essere sempre aggiornati su truffe come queste.

Mostra i commenti