Grazie all'IA e ai nuovi driver NVIDIA RTX ora tutti i video nel browser saranno in HDR, ma non per tutti

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Grazie all'IA e ai nuovi driver NVIDIA RTX ora tutti i video nel browser saranno in HDR, ma non per tutti

Se avete una scheda grafica NVIDIA RTX e un monitor compatibile con HDR, l'ultimo aggiornamento per i driver delle GPU dell'azienda è fatto per voi, in quanto vi consente di vedere ogni contenuto video nel browser in HDR (se vi state chiedendo cosa siano e cosa significhino HDR10 e HDR10+, date un'occhiata al nostro approfondimento).

RTX Video HDR è infatti l'ultima funzione del marchio che si aggiunge a RTX Video Super Resolution in RTX Video, la suite di tecnologie basate sull'intelligenza artificiale in tempo reale che i proprietari di GPU GeForce RTX possono utilizzare per migliorare la qualità dei video riprodotti sul proprio PC.

Come suggerisce il nome, RTX Video HDR è una nuova tecnologia video che utilizza l'IA e i Tensor Core di GeForce RTX per rimappare dinamicamente i contenuti video in Standard Dynamic Range (SDR) a video di qualità High Dynamic Range (HDR10), migliorando la visibilità, i dettagli e la dinamica del video in streaming (qui sotto potete vedere un esempio in un video di NVIDIA).

Il funzionamento è molto semplice. Tutto quello che dovete fare è installare l'ultimo aggiornamento, versione 551.23 Game Ready,  rilasciato ieri per le GPU RTX da qui o dall'app GeForce Experience (qui trovate come aggiornare i driver di NVIDIA), poi andare nel Pannello di controllo NVIDIA, cliccare sulle Impostazioni e qui selezionare Video. 

Qui selezionate la voce Regola le impostazioni dell'immagine nei video e in basso a destra mettete la spunta di fianco a High Dynamic Range, sotto RTX Video. 

A questo punto lo strumento riconoscerà un video in SDR in esecuzione nel browser (non necessariamente a schermo intero) e lo rielaborerà utilizzando l'IA, proprio come RTX Video Super Resolution scala i video fino a 4K.

NVIDIA dichiara che la maggior parte dei video SDR riprodotti nei browser supportati può essere migliorata, a patto che non includano contenuti protetti da DRM o contenuti già in HDR.

Ci sono però un paio di considerazioni da fare. Prima di tutto, la funzione è compatibile sono con alcuni browser, Edge e Chrome, e solo in Windows 10 e Windows 11. NVIDIA avverte che lo strumento RTX Video è stato implementato utilizzando il framework di Chromium, ma che non è stato testato su altri browser che utilizzano la stessa base (è possibile che funzioni).

Inoltre potrete notare il cambiamento solo se avete un monitor HDR e la funziona HDR abilitata nelle impostazioni di Windows (Impostazioni > Schermo > HDR, attivate il pulsante di fianco a Usa HDR), e il miglioramento potrebbe non essere così ovvio. Per questo motivo NVIDIA suggerisce di scaricare lo strumento di calibrazione HDR di Windows dal Microsoft Store in modo da ottimizzare l'esperienza di visualizzazione.

RTX Video HDR è solo una delle applicazioni dei Tensor Core e dell'IA delle GPU GeForce RTX. Se infatti NVIDIA DLSS migliora le prestazioni nei giochi e nelle app creative, NVIDIA Broadcast consente di migliorare l'audio dei microfoni e l'esperienza video con le videocamere (per esempio grazie a una funzione chiamata Eye contact, che utilizza l'intelligenza artificiale per far sembrare che stiate guardando l'interlocutore durante le videochiamate).

NVIDIA Canvas trasforma invece semplici pennellate in veri e propri paesaggi realistici, mentre l'Open Beta di NVIDIA RTX Remix, rilasciata il 22 di gennaio, consente ai modder di aggiornare i vecchi giochi con tecnologie RTX e di ottenere grazie all'IA generativa texture migliorate.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici