Ora potete usare un PalmPilot... sul vostro smartphone!

Internet Archive ha rilasciato un emulatore web con 565 app del dispositivo, e funzionano benissimo
Ora potete usare un PalmPilot... sul vostro smartphone!
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Difficile che ricordiate questi dispositivi, ma prima dell'avvento degli smartphone c'erano i cosiddetti computer palmari (PDA, personal digital assistant). Erano gli anni '90, e sul mercato c'erano prodotti mitici come Apple Newton, PalmPilot (Personal e Professional), Palm III e più avanti HP iPAQ.

Questi veri e propri mini computer permettevano una serie di funzioni quasi fantascientifiche per l'epoca, come i touchscreen, la scrittura con penna su schermo, e i precursori di quelli che sono oggi App Store e Play Store

BLACK FRIDAY AMAZON

Ora, grazie a The Internet Archive, 565 app del PalmPilot sono disponibili tramite emulatore, e includono giochi, app di produttività, widget e prove gratuite, in scala di grigi o a colori. 

Per usarle, tutto quello che dovete fare è andare all'indirizzo sopra indicato da browser, tramite smartphone o PC,  e cliccare su una. A questo punto l'emulatore caricherà il PalmPilot, anche con i tasti fisici e le app di sistema come la calcolatrice, il blocco note e l'app per il riconoscimento della scrittura Graffiti, oltre all'app in questione.

Il tutto funziona in maniera piacevolmente fluida e semplice. Ci sono giochi come DopeWars, che potete vedere nell'immagine di apertura a colori, e giocarvi su uno smartphone moderno è incredibilmente gratificante, quasi un salto indietro nel tempo per chi come me ha una certa età. 

Ad annunciare l'impresa è stato Jason Scott su Twitter, che ha dichiarato come questo lavoro si sia basato sull'emulatore CloudPilot di Christian Speckner e sul POSE (Palm OS Emulator), a sua volta basato sull'emulatore CoPilot.

Il nuovo emulatore è frutto di sei mesi di lavoro e Scott afferma di non avere ancora finito, in quanto ci sono ancora app da pubblicare, oppure deve inserire i nomi degli sviluppatori e le istruzioni per ogni app. 

A giudicare dal risultato, è sulla buona strada. Alcune di queste app sembrano piuttosto sperimentali, come una calcolatrice con cui non si possono fare calcoli usando il numero 7, e in generale l'impressione è che agli sviluppatori non fosse ancora chiaro per quale app gli utenti fossero disposti a pagare. 

Nel complesso però, come dicevamo, l'esperienza è veramente gratificante, e se non doveste trovare la vostra app preferita, quella di Scott è SoftGPS, non disperate perché ne arriveranno altre!

Mostra i commenti