Rabbit R1 e Android, era questa l'accoppiata vincente?

Android su Rabbit R1 funziona benissimo.
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Rabbit R1 e Android, era questa l'accoppiata vincente?

Rabbit R1 è un dispositivo che sembrava fosse destinato a cambiare le sorti del settore mobile, ma che poi si è rivelato al di sotto delle aspettative. E allora la community ha iniziato a immaginare un Rabbit R1 con Android, concretizzando quella che sembra un'accoppiata vincente.

Rabbit R1 è arrivato sul mercato con un grande interesse da parte del grande pubblico, essenzialmente per le aspettative instillate dall'azienda che lo ha realizzato. Il suo debutto sul mercato non è stato sicuramente all'altezza di tali aspettative, con il dispositivo che è risultato incompleto e non in grado di rivoluzionare l'esperienza con i dispositivi mobili.

L'intelligenza artificiale la troviamo a bordo di Rabbit R1, ma non è potente e implementata in profondità al punto da rappresentare un vero cambio di passo rispetto all'esperienza che abbiamo da ormai qualche anno con gli smartphone. Successivamente si è scoperto che in realtà il firmware di Rabbit R1 è basato su una build Android Open Source Project, e per questo diversi utenti hanno iniziato a immaginare un Rabbit R1 con Android.

E il video che trovate in basso è una delle prime concretizzazioni complete di Android su Rabbit R1. HowToMen ha pubblicato un video su YouTube in cui mostra una build della LineageOS completamente funzionante su Rabbit R1. Il software permette di usare liberamente la tastiera, un aspetto che nel firmware originale era invece affidato ai comandi vocali.

La LineageOS funziona bene al punto da permettere l'accesso alla registrazione video e allo scatto di foto, con la possibilità di orientare liberamente il sensore fotografico sui 360°. E incredibilmente Rabbit R1 riesce a eseguire senza problemi e senza limitazioni Gemini, l'intelligenza artificiale di Google che è appena arrivata ufficialmente sugli smartphone Android anche in Italia.

Troviamo anche delle scorciatoie interessanti, come la possibilità di acquisire screenshot tramite la pressione congiunta del pulsante di accensione e lo scorrimento della rotella del dispositivo.

Insomma, Rabbit R1 sembra quasi nato per girare con Android. Era forse questo il suo reale destino?

Gruppo Facebook

Community SmartWorld +15k
Confrontati con altri appassionati di tecnologia nel gruppo segreto
Entra