Tutti potremo sapere se i nostri dati sono finiti sul dark web: la novità da Google

Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca
Tutti potremo sapere se i nostri dati sono finiti sul dark web: la novità da Google

Si prospettano delle interessanti novità per tutti coloro che hanno un account Google. Tra poco infatti BigG estenderà la sua funzione per il monitoraggio del dark web (vi ricordiamo anche la nostra guida per farsi rimborsare dopo casi di phishing) a tutti gli utenti.

Come funziona il monitoraggio del dark web di Google

La funzionalità della quale parliamo prevede la possibilità di monitorare costantemente se i propri dati personali sono finiti sul dark web. Si tratta quindi di un'opzione che permette di capire se i propri dati sono finiti potenzialmente nelle mani sbagliate.

Questa funzionalità è stata introdotta da Google da qualche anno, ma è stata sempre un'esclusiva di coloro che avevano sottoscritto un abbonamento a Google One.

Nelle ultime ore però Google ha diramato un avviso proprio su Google One, con il quale informa tutti gli abbonati che a partire da fine luglio il report sul dark web non sarà più disponibile su Google One.

Ma non si tratterà di una chiusura, come ad esempio avverrà per la VPN di Google One.

Il monitoraggio del dark web sarà comunque disponibile all'interno della pagina Results about you che Google ha predisposto proprio per informare tutti i suoi utenti in merito alle informazioni personali che vengono trovate online. E la buona notizia è che tale funzionalità sarà disponibile per tutti, anche per coloro che non sono abbonati a Google One.

Questa pagina permetterà anche di richiedere la rimozione dei risultati di ricerca che contengono le informazioni o dati personali degli utenti. E sarà accompagnata da una sezione dedicata appositamente alle informazioni personali che verranno trovate sul dark web. Come accade per l'attuale versione del monitoraggio dark web in Google One, le informazioni personali che possono essere monitorate sono nome, indirizzo, numero di telefono ed email.

Come accedere al nuovo report sul dark web

Ribadiamo che la novità annunciata da Google non è ancora disponibile, ma lo sarà prossimamente.

Attualmente infatti il monitoraggio del dark web rimarrà disponibile solo per coloro che sono abbonati a Google One.

A partire da fine luglio questa funzionalità verrà trasferita da Google One alla pagina Results about you di Google. Potete accedere alla pagina da questo link, anche se ancora risulta non attiva. Ci aspettiamo che a partire da fine luglio lo sarà per tutti, anche per noi in Italia.

Le guide per la nostra sicurezza

Chiudiamo questo articolo con un paio di consigli su come agire in sicurezza, soprattutto su internet:

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici