Per provare la nuova funzione da fantascienza di ChatGPT dovrete attendere ancora un po'

La nuova modalità vocale di GPT-4o è stata rinviata di un mese
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Per provare la nuova funzione da fantascienza di ChatGPT dovrete attendere ancora un po'

Che sia Scarlett Johansson o altro, una delle funzioni più incredibili e futuristiche di ChatGPT deve aspettare. Stiamo parlando della nuova modalità vocale aggiornata, annunciata a maggio con il nuovo modello GPT-4o e che consentirebbe di parlare con il più famoso chatbot IA del mondo in maniera naturale, proprio come in un film (sapete come usare ChatGPT 4 gratis?). 

Ma cos'è successo? Ripercorriamo brevemente le tappe. A maggio OpenAI ha annunciato il nuovo modello GPT-4o, che tra i numerosi miglioramenti offre una nuova modalità vocale in grado di consentire agli utenti di parlare con il chatbot come se stessero conversando con una persona reale

A tutti, Sam Altman compreso, è venuto immediatamente in mente il film Her, in cui la coprotagonista era un'IA con un'interfaccia vocale in grado di provare, e soprattutto suscitare, emozioni. In gran parte grazie alla voce estremamente convincente dell'attrice Scarlett Johansson.

Il resto lo sapete tutti. L'attrice si è opposta ma OpenAI ha introdotto comunque un modello vocale, chiamato Sky, con un timbro molto simile alla sua. Johansson è passata per le vie legali e OpenAI, nonostante le smentite, ha ritirato Sky. 

Intanto però il nuovo modello avanzato sarebbe dovuto arrivare a fine giugno per i primi test in versione alfa, ma evidentemente OpenAI non è ancora pronta. L'azienda ha infatti pubblicato un post su X in cui spiega di aver bisogno di "un altro mese" prima di lanciarlo. 

L'azienda ha spiegato di essere al lavoro per migliorare le "capacità del modello di rilevare e rifiutare determinati contenuti" e "l'esperienza dell'utente", oltre all'infrastruttura per consentire a milioni di persone di ottenere le risposte in tempo reale.

A questo punto la nuova roadmap è l'arrivo in alfa del modello a fine luglio, per poi arrivare agli utenti ChatGPT Plus in autunno, ma con l'avvertenza che potrebbero esserci ritardi in caso la funzione non rispetti gli standard di sicurezza e affidabilità dell'azienda.

Inutile dire che su X molti utenti hanno espresso il loro scontento, rinfacciando soprattutto il fatto che OpenAI aveva promesso l'arrivo della funzione in "poche settimane", poi evidentemente diventate mesi.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici