Svolta storica per Samsung, e a riceverla per primo è il nuovo Galaxy A55

Dopo anni di ostinata opposizione, il gigante coreano passa finalmente ai Seamless Update
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Svolta storica per Samsung, e a riceverla per primo è il nuovo Galaxy A55

Samsung alla fine ha desistito: dopo essersi rifiutata per anni ad adottare i Seamless Update finalmente li ha portati su un suo telefono, e non è un Galaxy S24 ma l'ultimo arrivato Galaxy A55 (sapete come aggiornare il vostro telefono Android all'ultima versione?).

Cosa sono i Seamless Update

Ma cosa sono i Seamless Update? Da diverso tempo Android supporta gli aggiornamenti A/B, detti anche Seamless Update in quanto consentono di utilizzare il telefono durante un aggiornamento software.

Questo è possibile perché vengono utilizzate due partizioni identiche, una (A) è utilizzata dall'utente e l'altra (B) è utilizzata dallo strumento di gestione degli aggiornamenti di Android. Una volta che il telefono è stato aggiornato, si riavvia e gli aggiornamenti vengono spostati in pochi secondi alla partizione A.

Due sono i vantaggi di questa soluzione. Il primo è che potete utilizzare il telefono durante l'aggiornamento, mentre in passato la parte di installazione dell'aggiornamento richiedeva il riavvio e l'impossibilità di usare il dispositivo per un certo periodo, e il secondo è che così se qualcosa va storto il telefono può sempre tornare a un aggiornamento precedente.

Ovviamente anche con il Seamless Update c'è un riavvio, ma è questione di secondi, non minuti, e praticamente tutti i produttori Android hanno adottato questa soluzione.

Google cerca da tempo di rendere questa soluzione obbligatoria, e recentemente ha rimosso il supporto per gli aggiornamenti non-A/B, ma Samsung si è sempre opposta. Il motivo non è chiaro, ma forse ha a che fare che i Seamless Update hanno un processo di aggiornamento più lento rispetto a un aggiornamento non-A/B (anche se dall'anno scorso è più veloce).

L'aggiornamento per Galaxy A55 è l'inizio di una nuova era?

Ora però cambia tutto. Come notato dal sito The Mobile Indian e condiviso da Mishaal Rahman, i proprietari di Galaxy A55 hanno appena ricevuto il primo aggiornamento e hanno notato in basso due barre, una di download e una di installazione.

Questo suggerisce l'implementazione dei Seamless Update, funzionalità confermata anche con strumenti specifici da Android Authority.

In precedenza infatti non si poteva utilizzare il telefono durante l'aggiornamento, ma ora è possibile. Chi ha aggiornato il dispositivo ha notato come il primo riavvio abbia richiesto circa 90 secondi, ma con soddisfazione ha notato che non ci sono più schermate di caricamento dell'elaborazione degli aggiornamenti e immagini di ingranaggi che vi impediscono di usare il telefono per alcuni minuti.

Il supporto per gli aggiornamenti senza soluzione di continuità richiede due partizioni di sistema e, quindi in teoria più spazio di archiviazione, ma sul Galaxy A55 non sembra che lo spazio di archiviazione disponibile per l'utente sia cambiato. 

A questo punto è lecito attendersi che in futuro non solo gli aggiornamenti per Galaxy A55 ma anche per gli altri dispositivi del marchio (quantomeno gli ultimi) avvengano in questo modo. Anche perché è probabile che la novità sia legata alla cessazione del supporto da parte di Google per gli aggiornamenti non-A/B, il che evidentemente renderebbe più difficile continuare a non implementarli.

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici