"Buoni SHEIN da 800 euro": come eliminare le notifiche delle storie spam su Instagram

"Buoni SHEIN da 800 euro": come eliminare le notifiche delle storie spam su Instagram
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Non è la prima volta che parliamo di truffe sul web: i social network possono essere infatti covo di malintenzionati con l'unico obiettivo di rubare dati o denaro alle ignare vittime. Tra le varie metodologie utilizzate dagli hacker, la più efficace è sicuramente quella del phishing: in poche parole, viene creata una finta pagina web che è praticamente identica ad una pagina ufficiale, inducendo gli utenti ad inserire i propri dati personali, che invece andranno direttamente nelle mani di chi ha organizzato la truffa.

Offerte Amazon

È proprio in questa maniera che funziona una nuova truffa che sta spopolando su Instagram: gli utenti vengono taggati all'interno di post o storie da profili che si fingono Shein, il celebre store cinese, e viene fatto credere loro di aver vinto dei buoni dal valore di € 800, che ovviamente non esistono.

Ecco dunque qual è l'iter che viene seguito dai criminali. Per prima cosa, agli utenti taggati nei post o nelle storie viene detto che hanno la possibilità di vincere un buono da € 800 semplicemente pagando € 2.

I profili dai quali partono i tag emulano in tutto e per tutto quello ufficiale di Shein, e dunque in tantissimi cadono nella trappola.

Per "vincere", gli utenti devono seguire una procedura molto semplice: basta infatti recarsi sul sito riportano nel post o nella storia e completare un rapido sondaggio (ovviamente del tutto inutile). A questo punto, ecco che la vera truffa ha inizio: gli utenti vengono portati su una pagina nella quale inserire le informazioni della carta di credito per pagare appunto i due euro necessari a ricevere il buono.

In realtà, inserendo i dati in questa pagina si viene automaticamente iscritti ad una specie di servizio in abbonamento non meglio identificato: i due euro servono ad attivare un periodo di prova di 3 giorni e, una volta terminato, sulla carta di pagamento dell'utente saranno addebitati € 43,50 ogni due settimane. Neanche a dirlo, dei buoni Shein neanche l'ombra.

Come difendersi?

Fortunatamente, difendersi da questa truffa è decisamente semplice: basta non inserire alcun dato in pagine non ufficiali.

È altamente improbabile che un grande shop come Shein regali dei buoni dal valore altissimo semplicemente taggando persone a caso sui social.

Un altro modo per bloccare sul nascere questa truffa è quello di evitare di essere taggati da persone sconosciute su Instagram: per fare ciò, basta seguire la nostra guida apposita, che tra l'altro descrive anche altri metodi per limitare contatti e interazioni sul social network.

Mostra i commenti