Stop alla pubblicità mirata e ai "video inappropriati" su TikTok

Stop alla pubblicità mirata e ai "video inappropriati" su TikTok
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Nel settore della tecnologia e dei social network TikTok è sicuramente uno dei protagonisti assoluti. Il social network basato principalmente sui brevi contenuti video può contare su un numero di utenti al pari delle piattaforme di Meta.

Offerte Amazon

Proprio TikTok negli ultimi giorni si è reso protagonista di un paio di vicende particolari, le quali riguardano da vicino il trattamento dei dati personali degli utenti e la sua base utenti in Europa. Il social network ha infatti avuto uno scontro indiritto con il Garante per la Privacy italiano.

Alla base di tutto troviamo la scelta di TikTok di proporre annunci pubblicitari mirati per i suoi utenti in base alla cronologia di contenuti visitati e pubblicati dagli stessi utenti. Questa novità sarebbe stata di particolare rilievo in termini di privacy, perché TikTok avrebbe dovuto modificare la sua politica di gestione dei dati personali.

La modifica sarebbe dovuta corrispondere all'eliminazione del consenso esplicito da parte degli utenti per usare i loro dati personali, come la cronologia di contenuti visitati e pubblicati, per proporre loro contenuti mirati e personalizzati, in favore degli interessi legittimi di TikTok e dei suoi partner.

Questo ha allarmato il Garante per la Privacy, perché la modifica che aveva in mente TikTok non è conforme alle norme ePrivacy del 2022 e al GDPR entrato in vigore a livello europeo. Su questa base, sono stati chiesti chiarimenti a TikTok, la quale però avrebbe fatto marcia indietro rinunciando alla pubblicità personalizzata.

Sempre in questo contesto, TikTok ha annunciato di voler introdurre una nuova categorizzazione dei contenuti proposti nei feed in base all'età degli utenti. L'obiettivo sarebbe limitare ai minori la proposizione di contenuti centrati su temi sensibili, che per i più piccoli possono risultare inappropriati.

Un video classificato come maturo o inappropriato, come ad esempio può essere un video con contenuti particolarmente impressionanti, non verrà quindi visualizzato automaticamente nel feed degli utenti di età compresa tra 13 e 17 anni, ma apparirà un avviso per informare del contenuto sensibile.

TikTok non ha riferito come ha intenzione di classificare i video e nemmeno come ha definito i criteri per definire maturo o inappropriato per i minori il contenuto dei video presenti sulla sua piattaforma.

Mostra i commenti