Tre motivi per cui preferisco Apple Mappe a Google Maps

Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi Tech Master
Tre motivi per cui preferisco Apple Mappe a Google Maps

Diciamocelo, Apple Maps non ha una bella nomea: quando venne lanciato, nel lontano 2012, fu un vero e proprio disastro. La controparte Apple di uno dei più famosi strumenti di Google era così piena di bug e talmente inutilizzabile che divenne presto un meme. (A questo proposito, avete già visto la nostra raccolta di app per sapere cosa c'è nei dintorni?)

It's Apple Maps' bad (È pessimo ai livelli di Apple Maps): le Mappe di Apple erano talmente scadenti da essere usate come termine di paragone per un disastro assoluto (la clip qui su viene dalla geniale serie TV Silicon Valley).

Ma da quel disastroso lancio sono passati 11 anni e, ovviamente, Apple Maps ne ha fatta di strada. È migliorato moltissimo e, anche in Italia (con il rilancio del 2021) è diventato un software decisamente più stabile e affidabile, nonostante molti utenti – anche su iPhone – continuino a preferire Google Maps, legittimamente.

Dico legittimamente perché Google Maps ha degli innegabili vantaggi e su alcuni aspetti funziona semplicemente meglio: i punti di interesse commerciali (ristoranti, negozi, etc) sono generalmente più aggiornati, le condizioni del traffico sono più affidabili (diretta conseguenza dell'avere un numero di utenti nettamente maggiore), e in generale i dati sono più aggiornati anche nelle città più piccole, e non solo nei grandi centri urbani.

Anche per queste ragioni, io stesso ho sempre usato Google Maps, pur utilizzando tutti i prodotti dell'ecosistema Apple. Tuttavia, per curiosità personale, negli ultimi mesi ho voluto provare a utilizzare Apple Maps e sono rimasto piacevolmente sorpreso di quanto sia comodo e affidabile. Non ci giro intorno, ho ancora Google Maps installato e continuo ad aprirlo di tanto in tanto, ma in questo articolo voglio spezzare una lancia in favore delle mappe di Apple, troppo spesso bistrattate.

Prima di svelare quindi le tre ragioni per cui sto preferendo Apple Mappe a Google Maps, faccio però una precisazione: io vivo a Milano e mi sposto a piedi e con i mezzi pubblici, non uso quasi mai l'auto.

Ovviamente chi ha abitudini ed esigenze diverse, così come chi vive in città più piccole, ovviamente potrebbe avere esperienze diverse.

Vista Panoramica funziona meglio di Street View

Ecco, l'ho detto, e vi assicuro che è così: la modalità Vista panoramica di Apple è molto più fluida rispetto a Google Street View (guardate il TikTok in fondo per farvi un'idea). Guardarsi intorno e, soprattutto, spostarsi su una strada è un'esperienza decisamente più naturale, senza quegli "scatti" fastidiosi di Google Maps, che distraggono quando si avanza su una strada.

Ammetto che foto di Google sono spesso più aggiornate di quelle di Apple (almeno per quel che ho potuto vedere), ma Apple fa meglio nella vista popup, più chiara e comoda da utilizzare.

Più linee dei mezzi pubblici sulla mappa

Sia su Apple Maps che su Google Maps, c'è la possibilità di attivare un layer che mostra le linee dei mezzi pubblici: è una funzione estremamente comoda per chi usa spesso metro e tram, perché permette di avere un colpo d'occhio chiaro sulla linea più vicina.

Su Google Maps, però, vengono mostrate solo le linee della metro, e non del tram: questo succede non solo a Milano, ma anche in tante altre città in cui ho controllato. Al contrario, su Apple Maps anche le linee dei tram sono sempre ben visibili, e questo non rende la mappa meno leggibile.

C'è da dire che – come mi hanno fatto notare nei commenti del TikTok che trovate allegato in fondo – su Google Maps le linee dei tram e perfino i percorsi dei bus sono visibili (ma solo su Android) cliccando su una fermata, come si vede negli ultimi screenshot qui sotto.

Ma nascondere di default queste informazioni è una scelta che capisco solo in parte. Immagino che l'idea sia voler evitare un eccessivo affollamento visivo, ma in tal caso sarebbe comodo poter selezionare cosa mostrare. Personalmente, uso la mappa con i mezzi pubblici quando mi trovo fuori e voglio capire con un colpo d'occhio qual è la linea più veloce che può portarmi vicino casa (al netto delle indicazioni di Google o Apple), quindi dover selezionare una stazione per vedere il percorso del tram che ci passa è decisamente meno intuitivo.

Vista satellite 3D

Qui c'è poco da dire, perché su Google Maps non è possibile abilitare il 3D quando c'è attiva la vista satellite, e viceversa.

Al contrario, su Apple Maps è possibile vedere gli edifici in 3D anche con la vista satellite, avendo quindi un colpo d'occhio migliore, che ci permette di capire al volo l'ambiente urbano. Preciso che in ambiente Google una vista analoga si può avere con Google Earth, ma avere tutto un'unica app è decisamente più comodo!

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici