Caricabatterie USB-C su tutti i telefoni, iPhone inclusi, nel 2024

E non solo cellulari, ma tablet, fotocamere, portatili, cuffie, speaker ed anche le console portatili, e non solo...
Caricabatterie USB-C su tutti i telefoni, iPhone inclusi, nel 2024
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Il mondo tecnologico, che riguarda il settore smartphone ma anche quello dei tablet e dei dispositivi smart in generale, è stato appena investito da una decisione storica.

Offerte Amazon

Il Parlamento Europeo ha appena approvato, votando tramite una maggioranza quasi assoluta, la legge che obbliga tutti i produttori di dispositivi elettronici a dotare di una porta di ricarica USB-C tutti i dispositivi che producono entro il 2024. La decisione è stata approvata con 602 voti favorevoli, 13 contrari e 8 astensioni.

La decisione era nell'aria da tempo e con la votazione di oggi del Parlamento Europeo diventa ufficiale. Si tratta di una legge approvata a livello europeo e che pertanto sarà vincolante per tutti i paesi membri dell'Unione. Questo significa che investirà tutti i produttori che commercializzano i loro prodotti in almeno uno di questi paesi membri.

Dunque anche Apple sarà essenzialmente obbligata a dotare i suoi prossimi iPhone della porta di ricarica USB-C. Ma andiamo a vedere insieme tutte le tipologie di dispositivi che dovranno avere la porta USB-C:

  • smartphone
  • tablet
  • fotocamere digitali
  • cuffie e auricolari
  • console per videogiochi portatili
  • speaker portatili
  • e-reader
  • tastiere e mouse
  • sistemi di navigazione portatili
  • laptop ricaricabili

È importante sottolineare che l'obbligo per smartphone, tablet e cuffie scatterà entro la fine del 2024.

Per i laptop scatterà entro la primavera del 2026. Se queste tempistiche verranno rispettate significherà che tutti i nuovi dispositivi lanciati sul mercato dopo tali scadenze dovranno obbligatoriamente avere una porta di ricarica USB-C.

È importante sottolineare che le tempistiche appena menzionate potrebbero leggermente variare per i tempi tecnici di approvazione della legge appena votata in Parlamento Europeo. Questo perché la Commissione Europea ora dovrà ratificarla e pubblicarla in Gazzetta Ufficiale EU. Se tali tempi tecnici variassero, la scadenza del 2024 per smartphone, tablet e cuffie potrebbe allungarsi leggermente.

Nel testo appena approvato dal Parlamento Europeo troviamo anche alcuni riferimenti alla volontà di uniformare e rendere interoperabili i sistemi e gli standard di ricarica wireless dei dispositivi elettronici. Non vi sono particolari riferimenti tecnici ma possiamo aspettarci che sistemi proprietari come quello di Apple, il MagSafe, dovranno in futuro adeguarsi ad un nuovo standard comune.

Per maggiori dettagli potete far riferimento al testo ufficiale della legge appena approvata che trovate a questo indirizzo.

Mostra i commenti