Windows 8.1 si avvicina alla fine: ecco quando

Windows 8.1 si avvicina alla fine: ecco quando
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Due settimane fa vi avevamo già riportato l'avvicinarsi della fine del supporto di Windows 8.1 (qui potete scoprire come disattivare gli aggiornamenti di Windows e qui come togliere il blocco schermo), prevista per il 10 gennaio 2023, ma adesso Microsoft ha iniziato a inviare agli utenti una notifica apposita. 

Con questo messaggio (immagine sotto), arrivato in occasione degli aggiornamenti di sicurezza del Patch Tuesday, si propongono agli utenti tre opzioni:

  • scoprirne di più
  • ricevere un promemoria in seguito
  • ricevere un promemoria al termine del supporto

Amazon Prime Day

Se scegliete di ricevere un promemoria in seguito, la notifica verrà riproposta una volta al mese, mentre dal 10 gennaio 2023 potete scegliere di non vederla mai più.

L'atteggiamento di Microsoft in questo frangente non è così aggressivo come lo è stato quando è terminato il supporto di Windows XP e Windows 7, che hanno rappresentato davvero un problema vista l'ampissima base di utenti. Il motivo è che Windows 8.1 al momento non è utilizzato da molte persone, perché quando è uscito Windows 10 quasi tutti sono passati con entusiasmo (e forse sollievo) al nuovo sistema operativo.

Restare con Windows 8.1, aggiornare a Windows 10 o a Windows 11?

Ovviamente dopo la data del 10 gennaio 2023 gli utenti che vorranno restare con Windows 8.1 potranno continuare a farlo, ma non riceveranno più aggiornamenti di sicurezza (le versioni sono ferme dal 2014) e anche lo Store chiuderà. 

Quindi che fare? Anche se la versione attuale è Windows 11 (disponibile con un aggiornamento gratuito), come ben sappiamo Microsoft ha messo alcuni paletti hardware per l'installazione e anche se sono superabili l'esperienza potrebbe non risultare ottimale. Questi i requisiti minimi consigliati da Microsoft:

  • CPU Intel Coffee Lake o Zen 2 di ottava generazione e versioni successive
  • Almeno 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna
  • Supporto a TPM 2.0 (Trusted Platform Module)

C'è sempre Windows 10, a cui è possibile aggiornare da Windows 7 o 8.1 gratuitamente (proprio come per Windows 11) e che non pone restrizioni di tipo hardware, oltre a essere al momento la versione di Windows più utilizzata. Sappiate però che il supporto per Windows 10 è garantito fino al 14 ottobre 2025, il che comunque vi potrebbe regalare qualche anno di sicurezza per poi decidere in futuro cosa fare.

Per ogni domanda, qui potete trovare la pagina ufficiale del supporto di Windows.

Mostra i commenti