L'intelligenza artificiale su Xbox potrebbe non essere ciò che pensate

Microsoft Gaming a lavoro per portare funzionalità AI su Xbox
Antonio Lepore
Antonio Lepore
L'intelligenza artificiale su Xbox potrebbe non essere ciò che pensate

Xbox starebbe lavorando su un chatbot AI in grado di fornire supporto agli utenti: è questa l'indiscrezione trapelata nelle scorse ore. Tra l'altro, questo sarebbe soltanto un tassello di un mosaico più ampio che avrà l'obiettivo di supportare la piattaforma e tutti i suoi servizi con l'intelligenza artificiale. In tal senso, Microsoft starebbe sperimentando i test dei giochi con intelligenza artificiale e la creazione di PNG (sempre con AI), tra l'altro già sviluppato in collaborazione con Inworld.

Il chatbot AI di Xbox sarebbe collegato ai documenti di supporto di Microsoft e sarebbe in grado di rispondere alle domande degli utenti nonché di elaborare i rimborsi dei giochi dal sito web di supporto di Microsoft. A riguardo, Haiyan Zhang, direttore generale dell'IA di gioco di Xbox, ha dichiarato: "Stiamo testando un agente virtuale di supporto Xbox, un prototipo interno di un personaggio animato che può interrogare gli argomenti di supporto Xbox con voce o testo. Il prototipo rende più facile e veloce per i giocatori ottenere aiuto con gli argomenti di supporto usando il linguaggio naturale, prendendo informazioni dalle pagine di supporto Xbox esistenti".

Il chatbot Xbox inizia chiedendo ai giocatori "Come posso aiutarti oggi?" e sarà in grado di rispondere rapidamente alle richieste di supporto che vanno da una Xbox danneggiata al fornire il supporto per la risoluzione dei problemi con gli abbonamenti. Inoltre, il chatbot Xbox sarebbe attualmente in fase di test interni presso Microsoft per rispondere alle richieste di assistenza per il servizio di hosting di server in abbonamento a Minecraft Realms.

Infine, l'azienda starebbe valutando la possibilità di realizzare delle IA Copilot in grado di svolgere compiti di sicurezza e moderazione, tra cui la moderazione dei contenuti sulla piattaforma e l'assistenza nei processi di appello. Tra l'altro, Microsoft starebbe pensando anche a come implementare assistenti AI nei giochi.

Fonte: The Verge