Altri 10€ in regalo da Amazon?! Torna la promo per la prima ricarica in cassa

Cosimo Alfredo Pina -

Dopo il buono sconto da 10€ valido per tutti, ma solo per oggi 9 novembre, rieccoci a parlare di credito bonus su Amazon Italia. Torna infatti la promozione legata alla ricarica in cassa, la modalità che permette di trasferire fondi sul proprio account Amazon pagando (anche in contanti) presso i punti Sisal Pay o LIS CARICA.

Se infatti non avete mai fatto una ricarica potete avere 10€ di bonus, versando almeno 30€. Quindi oggi potete usufruire di ben 20€ di sconto, ma se non avete acquisti da fare sul momento non temete.

LEGGI ANCHE: Buono sconto Amazon 10€ del 9 novembre

Infatti la scadenza della promo “Amazon Ricarica In Cassa” è fissata per il 31 gennaio 2019. Se volete approfittarne vi rimandiamo alla pagina dedicata, dove trovate condizioni complete ed istruzioni dettagliate.

10€ di buono sconto con la prima Ricarica In Cassa Amazon

Aggiornamento26/01/2019

A quanto pare la promozione è stata prorogata fino al 31 marzo 2019 utilizzando il nuovo link. Rimane invariata la data di utilizzo massima, ovvero il 30 aprile. A seguire le condizioni di utilizzo:

L’offerta è limitata al primo utilizzo di Amazon Ricarica in Cassa e ad una sola ricarica per cliente e account. L’acquisto della ricarica deve avvenire entro le ore 23.59 (CET) del giorno 31 Marzo 2019. Il buono sconto potrà essere utilizzato entro le 23:59 (CET) del 30 Aprile 2019 per gli acquisti di articoli venduti e spediti da Amazon ad esclusione di libri, prodotti digitali (quali ebook ed MP3), alimenti per neonati, Pantry, warehouse deals, buoni regalo, ereader Kindle, Fire Stick TV e tablet Fire. Sono inoltre esclusi i prodotti venduti da terzi sul Marketplace Amazon e i Warehouse Deals Amazon.

Fonte immagine

Aggiornamento02/04/2019

Stando alle segnalazioni, Amazon ha modificato la sua offerta prima del termine con una nuova offerta da 5€ per 50€ di ricarica. L’offerta è terminata regolarmente il 31 marzo 2019, ma il credito è ancora spendibile entro il 30 aprile 2019.

Via: riprovaci.it