Nel 2022 sono aumentati i GB nelle offerte mobile, ma non i prezzi

Nel 2022 sono aumentati i GB nelle offerte mobile, ma non i prezzi
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Le offerte mobile sono cambiate molto nel corso degli ultimi anni: dopo l'arrivo di Iliad, i prezzi si sono decisamente abbassati e allo stesso tempo sono aumentati i GB inclusi nelle diverse offerte. Sembra che questo trend stia continuando ancora, stando a quanto emerge da un'analisi di mercato dell'Osservatorio Segugio.it svolta in collaborazione con SOStariffe.it.

Trova Offerta Telefonica

Lo studio in questione ha analizzato l'evoluzione dei prezzi praticati dagli operatori di telefonia mobile, sia quelli tradizionali (detti MNO) che quelli virtuali (detti invece MVNO), confrontando i costi delle offerte disponibili a settembre 2021 con quelle disponibili a settembre 2022.

Rispetto a settembre 2021, le offerte mobile sia di operatori tradizionali che di operatori virtuali includono un numero maggiore di GB a parità di prezzo: gli operatori dunque hanno scelto di non modificare più di tanto il prezzo delle promozioni, ma di puntare solo sull'aumento del traffico dati incluso. Probabilmente, le compagnie sono arrivate ad un punto per cui risulterebbe insostenibile abbassare ulteriormente il prezzo delle offerte.

Operatori tradizionali

Per quanto riguarda le offerte proposte dagli operatori tradizionali (in particolare, lo studio ha analizzato le promozioni di TIM, Vodafone, WindTre e Iliad), si nota come in questo anno sia rimasto praticamente invariato il numero di minuti inclusi nelle offerte (circa 2803 in media), mentre sia cresciuto il numero di SMS, passando da circa 1910 a 2213 (aumento del 15,9%).

Il prezzo delle offerte è rimasto quasi del tutto invariato (si parla di un calo del 2,9% e il prezzo medio è passato da € 14,50 nel 2021 a circa € 14,00 nel 2022), mentre è cresciuto decisamente tanto il numero di GB inclusi: si è infatti passato da 83 GB ad una media di 132 GB al mese nel 2022 (crescita di ben il 59%). 

Operatori virtuali

Per quanto riguarda invece gli operatori virtuali, ovvero quelli che non dispongono di una rete di proprietà ma si appoggiano alla rete dei vari operatori tradizionali, notiamo invece che è cresciuto il numero di minuti inclusi (da 2672 a 2824 di media, aumento del 5,7%) ed è diminuito il numero di SMS (si è passati da 1775 a 1655 di media ogni mese, con un calo del 6,8%).

Il cambio di prezzo è, in questo caso, ancora più lieve rispetto a quanto visto per gli operatori tradizionali (calo dello 0,1%, ovvero circa un centesimo in meno) e dunque il costo medio delle offerte è di € 8,12. Infine, anche in questo caso si nota un aumento importante di GB: si è passati infatti da 68 GB a 97 GB di media al mese, con un aumento del 42,6% rispetto al 2021.

Mostra i commenti