Pop

KeyForge Ondata Oscura non è il classico gioco di carte collezionabili

KeyForge Ondata Oscura non è il classico gioco di carte collezionabili
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

KeyForge non è esattamente una novità nel panorama dei giochi di carte collezionabili. La prima pubblicazione risale al 2018, e in Italia è Asmodee ad occuparsi della sua diffusione. La mente che si nasconde dietro quello che viene definito "Unique Deck Game" è niente meno che Richard Garfield, il papà di Magic: The Gathering. Va da sé che si tratta di un gioco molto speciale, e non solo per via del celebre creatore che si cela dietro le sue meccaniche.

Garfield, forse anche visto ciò che Magic è diventato nel tempo (ovvero un hobby anche particolarmente complicato e dispendioso), ha ideato un sistema particolare per KeyForge.

Non ci sono bustine di carta, e di fatto il "deck building" è del tutto assente. I giocatori comprano nuovi mazzi e giocano con quelli, senza apportargli modifiche di alcun genere. Ogni mazzo è infatti unico, da qui la dicitura Unique Deck Game. E il bello è che ci se la cava con circa 10€ a mazzo, e nulla vieta, con amici e parenti, di fare a cambio per sperimentare nuove dinamiche.

Non fraintendeteci: alla fine si tratta di combinazioni di un numero di carte predefinito (370 per la primissima release), carte che comunque, grazie proprio al modo in cui sono strutturate, presentano sinergie e combinazioni estremamente peculiari fra di loro.

Sì: ci sono mazzi che, sulla carta, risultano più forti di altri, ma come in ogni gioco di carte collezionabili conta anche la strategia, la capacità di adattarsi alle situazioni e quel pizzico di fortuna che non guasta mai. Inoltre, citando alla lettera Wikipedia, non esistono due mazzi uguali, né due mazzi con lo stesso nome, per un totale di 104 quadrilioni (104×1024) di combinazioni di mazzi unici.

Il calcolo dovrebbe risalire al set originale, e dal 2018 ad ora le cose si sono fatte ancora più interessanti. KeyForge: Il Richiamo degli Arconti, così si intitolava la prima edizione, era solo l'inizio. Nel corso di questi anni sono stati rilasciati altri tre set, con un quinto, intitolato Ondata Oscura, che ha fatto il suo debutto proprio nel 2021, a fine marzo per la precisione. Sono state quindi introdotte nel tempo nuove ed inedite carte, nonché meccaniche altrettanto inedite che hanno aggiunto ulteriore pepe al tutto.

Il fatto che ogni mazzo sia unico non è la sola caratteristica che rende KeyForge un gioco di carte tutt'altro che classico. Per cominciare ci sono le dinamiche di gioco stesse, che non spingono necessariamente i giocatori a lanciarsi creature e magie dietro con lo scopo di fare più male possibile. Il gameplay è infatti un mix di raccolta e gestione delle risorse, controllo del campo e, ovviamente, anche combattimento.

Il modo in cui si giocano le carte poi è altrettanto particolare. Ogni mazzo è composto da carte appartenenti a tre casate (come la Federazione Stellare, la Repubblica Sauriana o i nuovi Insondabili), e il giocatore, ad ogni turno, sceglierà quale casata giocare potendo di conseguenza usare solo le carte appartenenti ad essa. L'obiettivo poi non è eliminare l'avversario, bensì forgiare tre chiavi (da qui il nome del gioco) accumulando pietre magiche denominate Æmber. Il primo giocatore che forgia la terza chiave vince la partita.

Due chiavi su tre sono state forgiate. La partita è quasi vinta, ma tutto può succedere!

Due chiavi su tre sono state forgiate. La partita è quasi vinta, ma tutto può succedere!

Come forse starete intuendo da alcune delle immagini che abbiamo inserito finora nell'articolo, KeyForge richiede anche una certa organizzazione del tavolo da gioco. Ed è per questo che i neofiti dovrebbero iniziare proprio da uno dei tanti set base pubblicati da Asmodee. Ogni kit, acquistabile a circa 25€, comprende due mazzi unici e tutto il necessario per catapultarsi velocemente nell'azione.

La situazione si farà ben presto particolarmente affollata.

La situazione si farà ben presto particolarmente affollata.

Il manuale è composto da un opuscolo ripiegabile che di fatto riassume tutto ciò che dovete sapere a riguardo di Keyforge. Sono più che altro i tanti segnalini, compresi quelli delle chiavi e degli Æmber, oltre alle due plance ripiegabili, a tornarvi particolarmente comodi. Tenere traccia di tutto quello che succede sul campo di battaglia può risultare particolarmente complesso se non avete i giusti strumenti.

Ondata Oscura, il set rilasciato nel corso del 2021, non si limita ad introdurre la nuova casata degli Insondabili. Viene introdotta anche la meccanica della Marea, rappresentata da una carta neutrale compresa in ogni mazzo di carte della nuova serie, che di fatto va a mutare il terreno di scontro. Alcune creature, artefatti o magie potranno essere giocate solo e soltanto se il giocatore controlla l'Alta Marea, obbligando l'avversario a prendersi dei malus per manovrare la marea ed ostacolare quindi le strategie del nemico.

A inizio partita la marea non è rivolta verso nessun giocatore.

A inizio partita la marea non è rivolta verso nessun giocatore.

Non solo: nell'ambiente dei giochi da tavolo si stanno facendo sempre più largo titoli di stampo cooperativo, che mettono quindi i giocatori dalla stessa parte con lo scopo di battere intelligenze, per così dire, artificiali e rudimentali mosse da meccaniche semplici o dal tiro di dadi e dal pescare carte specifiche. Alcune fanno addirittura uso di app per smartphone, tablet o PC, come Star Wars: Assalto Imperiale, sostituendosi di fatto alla figura del "Dungeon Master" che di solito manovra i fili dietro le quinte. E KeyForge sta muovendo i primi passi verso quella direzione!

Con Ondata Oscura debutta infatti anche una nuova modalità denominata KeyForge Adventures. Solitamente KeyForge è un gioco competitivo in cui due giocatori si sfidano, ognuno con il suo mazzo, per avere la meglio l'uno sull'altro. In Adventures invece da uno a tre giocatori, ognuno con il suo mazzo, si dovrà collaborare per battere uno speciale mazzo, controllato in questo caso da meccaniche di automatizzazione ben spiegate nell'apposito manuale di gioco. Una modalità insomma che fa del gioco di squadra il suo punto di forza, che vanta addirittura un sistema di difficoltà scalabile. La prima avventura, denominata L’Ascesa del Krakiaven, è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale di Asmodee. E ce n'è anche una seconda, con carte nuove e altre meccaniche. Si intitola La Cospirazione Abissale, e va giocata dopo aver sconfitto il Krakiaven. La potete scaricare, sempre gratuitamente, da qui.

C'è un solo, piccolo (si fa per dire), problema a nostro avviso: per giocare a tale modalità occorre stamparsi in autonomia un bel po' di materiale. Nei pacchetti che scaricate dal sito ufficiale c'è tutto l'occorrente, e ci sono anche le istruzioni per stampare il tutto al meglio direttamente dai PDF inclusi. Vista però la complessità e la stratificazione dei contenuti di gioco necessari, forse non avrebbe guastato un set fisico apposito venduto magari a parte. Si tratta probabilmente di un primo esperimento da parte degli autori e della casa editrice, anche perché di fatto, KeyForge Adventures, sconvolge il gameplay di base. Comunque anche solo il fatto che si stia sperimentando qualcosa di inedito che magari potrebbe rendere KeyForge adatto anche ad altre tipologie di giocatori non è affatto male, anzi.

E questo voler esplorare nuove modalità non è l'unico "esperimento" in corso d'opera. In queste ultime settimane Asmodee ha anche pubblicato il primo romanzo dedicato a KeyForge, intitolato KeyForge: Racconti Del Crogiolo, di fatto composto da nove storie ambientate nel Crogiolo, pianeta teatro degli eventi del gioco di carte. Un universo in continua espansione, che tra l'altro conta migliaia di fan sparsi in tutto il mondo.

Per il momento sul Master Vault, il sito ufficiale di KeyForge da dove si può consultare anche la sezione dedicata al gioco competitivo, sono stati registrati oltre 2,3 milioni di mazzi, e chissà quanti altri ne sono stati acquistati e non registrati online! Nel caso quanto detto finora vi avesse incuriosito, potreste provare a dare un'occhiata al manuale ufficiale del gioco, ben più ampio di quello incluso negli Starter Set e comprensivo anche di storie e approfondimenti sulla lore e sulle casate protagoniste dei mazzi.

Commenta