Pop

La Malesia non va per il sottile contro i criptominer, ovvero mai visto un bulldozer schiacciare 1.000 PC? (video)

Mai come di questi tempi però l'operazione appare come un incredibile spreco
La Malesia non va per il sottile contro i criptominer, ovvero mai visto un bulldozer schiacciare 1.000 PC? (video)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

In Malesia è andata in scena una delle situazioni più bizzarre degli ultimi tempi: la distruzione di un migliaio di PC da parte di una schiacciasassi. L'operazione è stata effettuata dalla polizia del paese di Miri nell'isola Sarawak e ha riguardato per la precisione 1.069 unità di calcolo usate per il criptomining e frutto di sei distinti sequestri. I proprietari sono stati accusati di aver rubato la corrente elettrica per alimentare le loro criptofarm. In tutto sei persone sono state arrestate, multate e condannate a otto mesi di carcere.

La corrente rubata è stata stimata in circa 2 milioni di dollari, mentre l'hardware distrutto varrebbe 1,25 milioni di dollari.

Quella delle farm che si allacciano illegalmente alla corrente è una piaga in diversi Paesi del mondo ed è una delle conseguenze negative della diffusione delle criptovalute. Soprattutto nelle nazioni in via di sviluppo questo tipo di consumi causano frequenti blackout e vengono perciò contrastate dalle forze dell'ordine. Le ultime stime dicono che ormai a livello globale la corrente consumata per le criptovalute corrisponde al consumo annuo della Svezia.

Proprio per le preoccupazioni legate all'impatto ambientale delle attività di mining delle criptovalute, Elon Musk, uno dei grandi sostenitori del Bitcoin, ha annunciato qualche tempo che Tesla non avrebbe più accettato i pagamenti in Bitcoin.

Poco dopo anche la Cina ha iniziato a contrastare il fenomeno, probabilmente in vista del lancio di una criptovaluta nazionale. In ogni caso davanti al video riportato qui sotto non si può non pensare allo spreco di materiali, soprattutto in un momento storico in cui i processori sono sempre più richiesti (e cari). Allo stesso tempo però è impossibile negare il fascino brutale della distruzione con uno schiacciasassi.

Via: Vice

Commenta