Pop

Skyrim diventa un gioco da tavolo narrativo (con miniature!)

Skyrim diventa un gioco da tavolo narrativo (con miniature!)
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Il nome è altisonante e lungo, The Elder Scrolls V: Skyrim - The Adventure Game, ma vista l'importanza del videogioco a cui si ispira ci sta anche. Si tratta come avrete capito di un gioco da tavolo dedicato al celebre gioco di ruolo di casa Bethesda che proprio durante il mese di novembre compie i suoi primi 10 anni.

È ancora un progetto su una piattaforma di crowdfunding, ma la cosa non dovrebbe affatto preoccuparvi per due semplici motivi: la società ideatrice responsabile del progetto, Modiphius Entertainment, che può già contare su diversi prodotti legati al mondo dei GDR e dei giochi da tavolo; e il fatto che il progetto per la sua realizzazione è già stato finanziato per intero nell'arco di appena 28 minuti.

La campagna, finanziabile sulla piattaforma Gamefound (specializzata proprio in giochi da tavolo) ha già raccolto 467.761 sterline (360.000 in più di quanto richiesto) e andrà avanti per altri 32 giorni. Molto probabile insomma che sblocchi anche tutti i vari Stretch goals proposti. Cosa potrebbe convincervi a dargli una chance? Se l'ambientazione non fosse sufficiente, sappiate che The Elder Scrolls V: Skyrim The Adventure Game si propone come un gioco cooperativo da affrontare in un massimo di quattro giocatori o, alternativamente, anche in solitaria.

L'obiettivo è quello di condensare le avventure del videogioco in un'esperienza narrativa basata su miniature, esplorazione, quest e, ovviamente, crescita del personaggio. Tutto sembra essere fatto per mettere a proprio agio i fan del videogame. Chiariamo però una cosa: le miniature sembrano essere un mero orpello, un indicatore da muovere per la mappa che risulti più identificativo (e immersivo) di una pedina qualsiasi. I mostri, almeno nel set base, sono rappresentati unicamente dalle carte. Date un'occhiata al video di presentazione ufficiale: è in inglese, ma mostra tutte le principali dinamiche del progetto.

Considerate che si tratta praticamente di un prodotto fatto e finito, che sta solo muovendo i primi passi verso la commercializzazione. Il suo sviluppo è iniziato nel 2018, e già nel 2019 era giocabile la prima beta. Tant'è che, per convincere ulteriormente gli utenti titubanti, la società responsabile ha già reso disponibile il manuale (lo scaricate da qui) e addirittura una demo giocabile su PC tramite Tabletop Simulator scaricabile da Steam.

Per portarsi a casa l'edizione base, le cui spedizioni sono previste per agosto 2022, sono sufficienti per il momento 68 sterline (circa 80 euro al cambio attuale). Ci sono anche altre opzioni di acquisto che prevedono espansioni di vario genere; c'è addirittura una opzione di acquisto da 220 sterline (quasi 260€). A tutto ciò ci dovete sommare circa 18/20 sterline di spedizione. Ma la domanda fondamentale è: verrà tradotto in italiano? Da quanto affermato da Modiphius Entertainment, il team sta già lavorando fianco a fianco con vari partner per tradurre il gioco in altre lingue (oltre l'inglese). E sì, sono in corso i "negoziati" anche per una traduzione in italiano del gioco!

Per approfondire ulteriormente non vi rimane che dare un'occhiata alla pagina ufficiale del progetto. Nel caso voleste aspettare un'eventuale commercializzazione nei negozi se ne riparlerebbe probabilmente nel 2023.

Gioco da tavolo Skyrim - Gamefound

Commenta