The Suicide Squad di James Gunn non è un reboot: è il sequel diretto di quello del 2016 (video x2)

Lorenzo Delli

Tra le novità svelata fra sabato e domenica in occasione della DC FanDome c’era anche The Suicide Squad. No, non stiamo parlando del videogioco a cui abbiamo già dedicato un articolo, che tra l’altro si farà aspettare fino al 2022. Si tratta invece del sequel di Suicide Squad del 2016.

Si pensava che si trattasse di un reboot dell’originale, visto che la pellicola del 2016 non era propriamente stata apprezzata da pubblico e critica, anche se come film cafone aveva il suo perché. In ogni caso con James Gunn al timone le cose sembrano essere cambiate drasticamente, tranne alcune scelte del cast che lo legano a filo diretto al suo predecessore.

Torna Margot Robbie nei panni di Harley Quinn, affiancata da Joel Kinnaman che torna ad interpretare il colonnello Rick Flag a fianco di Jai Courtney nei panni di Captain Boomerang. Insieme a loro una vera valanga di star nei ruoli più disparati: Idris Elba in quelli di Bloodsport, Nathan Fillion in quelli di T.D.K., Michael Rooker (guarda caso già visto in Guardiani della Galassia) in quelli di Savant, John Cena a interpretare PeacemakerPeter CapaldiDavid DastmalchianStorm Reid e Alice Braga. Non mancano ovviamente il fratello Sean Gunn (altro attore “feticcio”) e persino Viola Davis che torna nei panni della Waller.

Il filmato che forse avete appena visto elenca l’infinità di attori e personaggi che si susseguiranno su schermo, mentre il filmato sottostante è un concentrato di dietro le quinte, commenti degli attori e del regista e qualche scena inedita che non fa che aumentare l’hype. Non vi aspettate un film culturale: anche questo sarà un trionfo di esplosioni, smembramenti e violenza gratuita!

Arriverà “solo nei cinema”, e Warner Bros. ci tiene a sottolinearlo vista la crisi del settore, nel 2021. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!