Pop

3 motivi per vedere Zlatan, il film su Ibrahimović

Tratto dell'autobiografia "Io, Ibra", Zlatan è il film che racconta la storia di crescita e trasformazione di Ibrahimović.
3 motivi per vedere Zlatan, il film su Ibrahimović
SmartWorld team
SmartWorld team

Zlatan è il film biografico che racconta la storia di Ibrahimović, uno dei calciatori più forti della sua generazione. Il biopic, arrivato nelle sale cinematografiche italiane l'11 novembre 2021, segue, in particolare, i primi anni di Ibrahimovic nel ghetto di Rosengard. Non si tratta di un film sul calcio, bensì l'occasione per scoprire la vita di Zlatan Ibrahimović. Ecco, quindi, tre motivi per andare a vedere il film diretto da Jens Sjörgen.

1) La vita di Ibrahimovic: tra sport e ragazzate

Zlatan è un film con un'impostazione biografica: gli spettatori possono scoprire la vita di Ibrahimovic, quasi un ritratto di famiglia. Si tratta di una scelta molto interessante: tutti gli appassionati di calcio, infatti, conoscono le numerose esperienze calcistiche dello sportivo, ma risulta decisamente più interessante approfondire la sua vita, scoprendo il percorso che lo ha portato a diventare una leggenda del calcio.

Una scena del film Zlatan.

Una scena del film Zlatan.

Fonte: Lucky Red e Universal Pictures International Italy

Il regista, Jens Sjörgen, ha deciso di parlare della vita di Ibrahimovic così com'è, senza particolari esaltazioni. Grazie alla sua spiccata personalità, Zlatan Ibrahimović è considerato un fuoriclasse infinito quanto il suo ego. Gli appassionati di calcio sono abituati ad ascoltare frasi pronunciate dal calciatore – come "il mio ruolo? Non saprei, ne ho undici" - che sembrerebbero descrivere la sua immagine quasi come quella di una divinità. In Zlatan, invece, scopriamo per la primissima volta l'emarginazione dalla società di un giovane Ibra, dai difficili inizi in Svezia. Un percorso di riscatto.

Non mancheranno le ragazzate di Zlatan Ibrahimović: dai litigi con i compagni di squadra alle biciclette rubate. Il protagonista del film, infatti, è sempre stato talentuoso, ma inizialmente immaturo. Interessante scoprire il percorso di questo sportivo.

2) Le curiosità

Guardando questo film biografico è possibile approfondire alcune curiosità su Zlatan Ibrahimović, delle chicche spesso imprevedibili. Scopriamo, dunque, alcune sue passioni (oltre al calcio), alcune delle persone più significative della sua carriera e molto altro.

Ibrahimović ha seguito interamente la realizzazione del film: questo ci fa pensare che rivelare così tanti retroscena sia stato un suo obiettivo. Il risultato è un intimo ritratto di famiglia, le realistiche traiettorie inevitabili di una persona con una spiccata personalità.

Zlatan: una scena del film.

Zlatan: una scena del film.

Fonte: Lucky Red e Universal Pictures International Italy

3) Il cast e il regista

Nel film Zlatan è evidente la mancanza del registro auto-referenziale presente – spesso e volentieri – nei documentari. Nel lungometraggio non appare, infatti, Ibrahimović in persona. Il protagonista è interpretato da due attori:

  • Granit Rushiti presta il volto al protagonista durante la sua adolescenza e i primi anni dell'età adulta. Zlatan è il film che ha segnato il suo debutto nel mondo del cinema. Granit, com'è possibile scoprire guardando il suo account Instagram e Twitter, è un appassionato di calcio (oltre che un giovane calciatore). Una curiosità interessante: Granit Rushiti gioca attualmente nel Malmö, lo stesso club che ha accolto, diversi anni prima, un giovane Zlatan Ibrahimović.
  • Dominic Bajraktari Andersson veste i panni di Zlatan Ibrahimović da bambino (11-13 anni).

Emmanuele Aita (conosciuto in particolare per Suburra, Solo 2 e L'Allieva) interpreta invece il procuratore sportivo Mino Raiola (l'agente di Ibrahimović). Gedomir Glisovic e Merima Dizdarević prestano i volti ai genitori del campione. Gli attori che interpretano il protagonista sono riusciti a raccogliere il suo atteggiamento, rappresentandolo in diversi periodi. Anche gli altri interpreti regalano delle prove attoriali molto interessanti. Il risultato è pregevole.

Il biopic è diretto da Jens Sjörgen. Il regista – conosciuto in particolare per Dejta, Innan vi dör e Torpederna – porta sul grande schermo la storia intima di un'icona del calcio, riuscendo a mostrare la sua vita così com'è. Anche se non appare direttamente, Ibra ha partecipato attivamente al film, seguendo tutta la sua realizzazione.

Zlatan: tutti i dettagli

Il film Zlatan è disponibile al cinema a partire dall'11 novembre 2021. Non è ancora stato annunciato quando (e se) arriverà nelle piattaforme di streaming. La pellicola è ispirata al libro "Io, Ibra", scritto nel 2011 da David Lagercrantz e Zlatan Ibrahimović: la biografia si basa su circa 100 ore di interviste.

Con 31 trofei conquistati durante la sua carriera, Zlatan Ibrahimović è considerato uno tra i calciatori più forti della sua generazione. Lo sportivo ha giocato in diversi club, tra cui la Juventus, l'Inter e il Barcellona. Attualmente è l'attaccante del Milan e della nazionale svedese.

Commenta