Recensione AKKO 5075B Plus ISO Black on White: finalmente anche in versione Europa!

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Tech Master
Recensione AKKO 5075B Plus ISO Black on White: finalmente anche in versione Europa!

Tra le tastiere meccaniche AKKO vendute in Italia c'è anche la AKKO 5075B Plus, quello che potremmo definire un grande classico tra i modelli del rinomato marchio cinese. Non troppo tempo fa, è stata lanciata anche una variante che strizza l'occhio al pubblico europeo, ovvero quella con layout ISO. Non è ISO ITA, ma almeno la disposizione dei tasti è la stessa, ed è decisamente più facile abituarsi alla scrittura se avete problemi con il formato ANSI. Scopriamola insieme nella colorazione Black on White.

PRO

  • Confezione ricca
  • Hot-swappable, keycap in PCB
  • Manopola per il volume
  • Anche Bluetooth o Wi-Fi via ricevitore USB
  • Buona qualità costruttiva

CONTRO

  • Software solo ENG
  • Retro-illuminazione utile fino a un certo punto
  • Tante alternative anche a minor prezzo

Confezione

La confezione della AKKO 5075B Plus ISO include un bel po' di oggetti. Si comincia con un copri-tastiera rigido, per continuare poi con la classica dotazione di pinzette per la rimozione dei keycap e degli switch (due strumenti separati). Troviamo poi un cavo USB-C di circa 1,5 metri e un'ampia selezione di keycap aggiuntivi. In una busta trovate i tasti neri, quelli che danno il nome al modello che ho avuto modo di provare (Black & White). In un'altra busta troviamo tanti pulsanti che permettono di italianizzare un minimo la tastiera. Non ci sono i tasti con le lettere accentate, ma potete rendere la linea dei numeri e altri pulsanti identici (o molto simili) a quelli delle tastiere ISO ITA. Non finisce qui: ci sono anche una bustina con switch di ricambio e una serie di guarnizioni in silicone di ricambio. Non manca la manualistica del caso con le varie scorciatoie da tastiera già programmate.

Il dongle per l'uso in Wi-Fi è incastonato nella parte inferiore della scocca della tastiera.

Caratteristiche tecniche

AKKO 5075B Plus ISO è una tastiera meccanica hot-swappable NKRO formato 75% composta da 82 tasti. È priva di tastierino numerico, ma non mancano i tasti funzione (F1-F12), le frecce direzionali e tasti quali Del, PgUp, PdDn, End e Home che solitamente troviamo nell'isola sopra le frecce. La composizione è diversa dal solito per favorire una maggior compattezza della tastiera.

Nell'angolo in alto a destra un potenziometro bianco. È realizzato in alluminio, e alla rotazione si sente chiaramente un classico feedback a scalino che permette regolazioni precise. È anche premibile e programmabile. Il layout è ISO UK, simile al nostro per disposizione dei tasti ma privo di lettere accentate. È senza dubbio più facile da usare dell'ANSI USA se siete abituati alle tastiere italiane.

I keycap in dotazione sono realizzati in PBT (polibutilentereftalato) double-shot, tra i più resistenti, sia per solidità che per qualità della stampa, che potete trovare in commercio.

Non sono shine-through, di conseguenza la retro-illuminazione non va a illuminare lettere e simboli. Il colore delle lettere è un classico nero su sfondo bianco. I tasti neri ovviamente hanno simboli, lettere e numeri di colore bianco.

Il profilo dei tasti è un classico CHERRY: linee geometriche, non troppo alti, insomma, il più standard e diffuso dei profili. Lo potete vedere nella prossima immagine.

Gli switch del modello che abbiamo recensito sono gli AKKO V3 Cream Blue Pro Switch. Si tratta di switch meccanici a 5 pin di tipo tattile, dotati di una forza di attuazione di 45 ± 5 gf, di una distanza di attuazione di 2,2 ± 0,5 mm e di una corsa totale di 3,3 mm. Fate conto di avere a che fare con switch lineari dotati però dello stesso feedback dei tattili. Sono pre-lubrificati, dotati di nuovi contatti in lega oro-palladio, e dotati anche di uno stelo con paratie anti-polvere che migliora la stabilità del tasto.

Devo ammettere che, nonostante la mia reticenza nei confronti dei tattili, non mi ci sono trovato affatto male. Il rumore è morbido e deciso allo stesso tempo, con un feedback di tipo tattile appunto ben udibile e percepibile con le dita. L'esperienza di digitazione al solito è ottima, e in linea con quella che abbiamo sperimentato anche su altri prodotti di casa AKKO. Ecco una clip audio della AKKO 5075B Plus ISO con switch AKKO V3 Cream Blue Pro Switch in fase di digitazione.

Più che discreti gli stabilizzatori già lubrificati di fabbrica. Sono fissati alla piastra e non traballano, anche se tendono a essere un po' più rumorosi della media delle altre tastiere AKKO. La barra spaziatrice presenta degli inserti in schiuma nelle fessure che separano gli stabilizzatori dallo switch centrale, utili a ridurre ulteriormente il rumore emesso dalla barra e quell'eventuale sensazione di "tremolio" trasmesso da alcuni modelli.

Il rumore è buono e sufficientemente coerente con il resto della tastiera, anche se è facile identificare quello della barra dagli altri visto il suo suono più cavernoso. In definitiva la tastiera out-of-the-box potrebbe soddisfare anche gli utenti più esperti, ma si può fare di meglio.

La PCB è compatibile solo con switch a 3 pin o 5. Ogni socket hot-swappable è dotato di LED RGB orientato verso sud. Vediamo lo schema costruttivo di questa tastiera. Subito sotto i tasti e gli switch troviamo una piastra in policarbonato. Le 5075B Plus in passato avevano anche quelle in alluminio, ma AKKO si deve essere finalmente convinta che le tastiere con guarnizioni beneficiano maggiormente di piastre flessibili. Questo modello è infatti una Gasket Mount, e si notano nell'immagine sottostante le guarnizioni in silicone applicate proprio alla piastra. Subito sotto abbiamo uno strato in schiuma PORON, uno switch pad sempre in PORON, la PCB e uno strato di silicone che va a riempire la scocca inferiore.

La scocca è in plastica ABS di ottima fattura. Non c'è alcuna vite a vista, e per separare PCB da scocca e altri elementi che compongono la tastiera dovrete rimuovere tasti e switch e sperare di riuscire a disincastrare i pezzi senza rompere nulla. Non è un qualcosa che possa preoccupare chi è più avvezzo, ma gli utenti meno esperti che ad esempio potrebbero provare a mettere mano agli interni potrebbero riscontrare qualche problema. La 5075B Plus ha anche un'altra particolarità che non troviamo di frequente: due strisce LED RGB sui lati destro e sinistro, che vanno a proiettare sulla scrivania un pattern di luci deciso dall'utente stesso. Una caratteristica meramente estetica, sia chiaro.

Per quanto la disposizione dei tasti e l'appartenenza alla famiglia delle tastiere 75% suggeriscano misure compatte, la AKKO 5075B Plus è caratterizzata da dimensioni generose. Si parla per la precisione di 335 x 146 x 42 mm. Alcune misure risultano maggiorate sia per via della disposizione dei tasti, che per la presenza di aggiunte quali la manopola del volume e i LED laterali.

Niente male anche il peso che arriva a 900 grammi. Sulla parte destra, subito prima della fila di tasti Home, PgUp, PgDn e End, troviamo anche dei LED di stato per il CapsLock, WinLock e carica residua. Il polling rate in caso di utilizzo cablato o in Wi-Fi è pari a 1.000 Hz, mentre in Bluetooth si ferma a 125 Hz.

Lato connettività, 5075B Plus ISO può essere utilizzata in tre diversi modi: cablata, grazie al cavo USB-C in dotazione (o qualsiasi altro cavo), via Bluetooth 5.0 o via Wi-Fi 2.4 GHz grazie all'apposito dongle che trovate incastonato sul retro della tastiera. Si possono collegare fino a 5 dispositivi contemporaneamente, 3 in Bluetooth, 1 via dongle Wi-Fi e l'altro via cavo, passando dall'uno all'altro con la combinazione FN + lettere da E alla U. La batteria a bordo è una 3.000 mAh al litio, leggermente più grande di quella che trovavamo sulle 5075B del 2022.

Per quanto riguarda la compatibilità, la tastiera in analisi è utilizzabile su sistemi Windows, macOS, e anche su dispositivi mobili tramite Bluetooth (o cablata su Android). In generale funziona su qualsiasi dispositivo normalmente compatibile con una tastiera. Su Android funziona anche la manopola del volume. Sul retro c'è un piccolo switch fisico utile a passare dalla modalità Windows a quella macOS. Piccolo cenno anche alla porta USB-C. È posizionata a sinistra in un leggero incavo che potrebbe essere incompatibile con alcuni cavi personalizzati un po' "particolari".

Estetica, costruzione ed ergonomia

AKKO Black & White 5075B Plus ISO uscita dalla confezione vanta un look piuttosto neutrale, in grado di accontentare anche chi cerca prodotti quanto più sobri possibile. È pur vero che una volta collegata inizia un festival di luci, non solo dai LED dei tasti ma anche dalle strisce colorate. Nulla vieta di impostare colori statici sia frontalmente che di lato, in modo da mantenere quella neutralità che a primo acchito sembrava fornire il look "total white".

Altrimenti, proprio il colore bianco fa sì che i colori risultino più brillanti e vistosi, portando sulla vostra scrivania una ventata di allegria. Alternativamente c'è anche il modello Black & Silver, con scocca nera, tasti grigio scuro e tasti speciali color argento.

Da un punto di vista costruttivo, quanto detto nel paragrafo relativo alle caratteristiche tecniche potrebbe essere sufficiente a farsi un'idea delle qualità della tastiera. I tasti sono solidi e di ottima fattura, e le accortezze a livello costruttivo, come gli strati in schiuma PORON e silicone e le guarnizioni sulla piastra in policarbonato fanno sì che il rumore in digitazione sia piacevole, e questo nonostante gli switch tattili. Si può forse fare di meglio a livello di stabilizzatori, ma nulla vieta di metterci le mani e modificare un po' il tutto. Occhio però: disincastrare le due sezioni della scocca potrebbe non essere la cosa più banale del mondo.

La struttura in torsione flette un po', ma è normale, vista la piastra flessibile e la scocca in ABS. Questo però non significa che ci siano particolari debolezze o difetti strutturali da segnalare.

Buona la retro-illuminazione. Al solito: non aspettatevi miracoli. Essendo i tasti non shine-through, la luce dei LED che attraversa le fessure non illumina direttamente numeri, lettere e simboli. Se non altro il colore bianco e l'orientamento verso sud dei LED aiuta un po' la diffusione della luce, così come la presenza delle barre laterali che proiettano i colori sulla scrivania.

Sul retro, oltre a 4 piedini gommati che già di suo donano un certo grip alla tastiera, ci sono anche due rialzi doppi, anch'essi dotati di piedini gommati, che permettono di utilizzare la tastiera a 3 diverse inclinazioni:  5°/8,3°/11,6°. Le potete vedere nella galleria qui di seguito.

Come di consueto ho utilizzato la tastiera per lavorare diversi giorni e scrivere questa recensione, sfruttandola anche nelle classiche sessioni di gaming con titoli quali Starfield, Overwatch 2 e Baldur's Gate 3.

 L'esperienza di digitazione, come accennato, è di ottimo livello. I particolari switch di casa AKKO sono veloci per essere dei tattili, ma ci si fa presto l'abitudine, soprattutto se siete abituati ai lineai. Magari gli utenti meno avvezzi potrebbero commettere qualche errore di battitura in più durante i primi tempi, ma è davvero solo questione di esperienza. A livello ergonomico è promossa, vista anche la possibilità di inclinarla e usarla a 3 diversi gradi di inclinazione, e visto anche il profilo CHERRY a cui è facile abituarsi.

Funzionalità

AKKO 5075B Plus ISO usa una nuova versione del software AKKO Cloud Driver. Da quando le proviamo l'app aveva già subito un restyling grafico, e adesso ha un'interfaccia ancora diversa. È palesemente ispirato a quello vecchio (usato anche da EPOMAKER) ma svecchiato nella grafica e migliorato nella quantità di opzioni.

Di base la tastiera è già programmata con tutta una serie di scorciatoie: troviamo ad esempio quelle per cambiare modalità di retroilluminazione (anche delle strisce LED laterali) e gestirne i parametri (luminosità, velocità, direzione); avviare applicazioni; gestire la riproduzione di contenuti multimediali.

Il manuale incluso in confezione vi accoglie con un lungo elenco di queste scorciatoie. In più qui troviamo anche la manpola del volume che permette appunto di aumentare o diminuire il volume di sistema. La pressione della manopola di defautl è assegnata al cambio di funzione della manopola stessa: premendola potremo usarla per variare il livello di retro-illuminazione dei tasti. Inutile? Forse. Può tornare utile giusto se volete spegnere rapidamente i LED per risparmiare batteria. Si può però riprogrammare il comportamento della manopola in rotazione, per simulare ad esempio la rotella del mouse o per assegnargli funzionalità di zoom. Sempre con le scorciatoie si gestisce il passaggio tra i vari dispositivi collegati. Con FN + E, R e T si passa ai dispositivi associati via Bluetooth, con FN+Y al dongle Wi-Fi e con FN-U alla modalità cablata. Per passare dalla modalità Windows a quella macOS c'è l'apposito switch fisico posto nella parte inferiore della scocca.

A seconda di quale delle due modalità usate, ci sono diverse scorciatoie di tastiere attive. Ad esempio in quella macOS la combinazione FN+F4 attiva Siri.

Da AKKO Cloud Driver potete anche registrare macro (occhio però al layout ISO UK), grazie a un'interfaccia piuttosto classica con gli indicatori di ritardo, elenco di macro e altre funzioni classiche; aggiornare il firmware della tastiera; e anche creare effetti di retro-illuminazione completamente personalizzati. Nella sezione Light, quella appunto per la gestione delle luci, ci sono più tab da selezione: uno permette di gestire le strisce LED laterali, e gli altri di creare pattern customizzati e di gestirli. Dalla schermata Main si può anche cambiare l'associazione dei tasti, riprogrammandoli tutti a eccezione di pulsanti quali FN, Win, Esc e la già citata pressione della manopola del volume.  E così come fatto da EPOMAKER, anche AKKO ha introdotto i tab Share e My Account.

Qui troverete i pattern di retro-illuminazione personalizzati creati da altri utenti AKKO, che potete scaricare e applicare alla vostra tastiera.

Per quanto apprezzassi la precedente grafica tendente al bianco e al viola, anche questa ha il suo perché, soprattutto per via delle nuove funzioni implementate. Al solito è disponibile solo in inglese (o in cinese), ma è facile capire dove mettere le mani per cambiare cosa.

Autonomia

Un po' meglio la batteria di questa 5075B Plus ISO rispetto alla nostra precedente prova. Si passa da 2.500 mAh a 3.000 mAh, non chissà che ma quanto basta per dargli un pelo di autonomia in più. Qui c'è infatti da considerare che non ci sono solo gli 80 tasti da alimentare, ma anche le due strisce LED laterali. Il software, alla voce Main -> Other Settings, integra anche la personalizzazione dei parametri di standby di Wi-Fi e Bluetooth. Diciamo che con qualche accortezza (luminosità non al massimo, parametri di stand-by aggressivi) si riesce a fare magari anche più di una settimana lavorativa.

Certo è che se spegnete del tutto la retro-illuminazione l'autonomia si esprime in centinaia di ore, e non in decine.

Prezzo

Il prezzo di questa AKKO 5075B Plus ISO ammonta, su Amazon Italia, a 129,99€, un prezzo più basso di quello della vecchia versione (che tra l'altro era ANSI USA!). Non male, considerato appunto che state acquistando un prodotto con un layout ben più simile a quello italiano. In fase di acquisto potete anche decidere quali switch preferite: i blu di cui vi ho parlato in questa recensione o i gialli lineari di cui vi avevo parlato qui.

La 5075B Plus ISO è disponibile anche sullo store ufficiale AKKO. O meglio, sarebbe disponibile, se non fosse che la versione Black on White ISO UK è al momento terminata. Poco male, per ora la trovate su Amazon! Se comunque siete in cerca di alternative sempre ISO, date un'occhiata a questi modelli:

Recensione AKKO 5075B Plus ISO UK Black on White - Foto dal vivo

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

AKKO 5075B Plus ISO Black on White

5075B Plus è una delle tante tastiere meccaniche 75% di buona qualità. Il prezzo è sicuramente aggressivo, ma volendo si riesce a spendere anche meno di così. Certo, questa è layout ISO (UK) e ha una confezione molto ricca, e come se non bastasse la trovate su Amazon senza "sbattimenti" di sorta. I suoi punti di forza? Triplice modalità di connessione, ottimi switch, buone sonorità (anche se non le migliori), possibilità di personalizzazione sia software che hardware.

Sommario

Confezione 8.5

Caratteristiche tecniche 9

Estetica, costruzione ed ergonomia 8.5

Funzionalità 8

Autonomia 6.5

Prezzo 6.5

Voto finale

AKKO 5075B Plus ISO Black on White

Pro

  • Confezione ricca
  • Hot-swappable, keycap in PCB
  • Manopola per il volume
  • Anche Bluetooth o Wi-Fi via ricevitore USB
  • Buona qualità costruttiva

Contro

  • Software solo ENG
  • Retro-illuminazione utile fino a un certo punto
  • Tante alternative anche a minor prezzo

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", mi sono avvicinato al mondo dell'informatica e della tecnologia alla tenera età di 5 anni. Mi occupo di news e recensioni legate ai PC (desktop e laptop) e al gaming, ma non disdegno elettrodomestici smart quali scope elettriche e friggitrici ad aria, preferibilmente con Bluetooth e Wi-Fi. Se trovate un meme sui canali social di SmartWorld è probabilmente colpa mia.

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici