Recensione Amazon Fire TV Stick Basic: meglio di Chromecast! (foto e video)

Nicola Ligas
Nicola Ligas

Amazon Fire TV Stick Basic Edition è da poco disponibile in Italia e subito va ad insidiare Chromecast. Cos'è Fire TV Stick? Un piccolo accessorio da collegare alla porta HDMI del vostro televisore, per vedere Netflix, ascoltare Spotify, ed avvalersi di altri servizi di streaming, su tutti Prime Video. Ed il prezzo, specialmente per gli utenti Prime, è molto buono. Stai a vedere che è la classica ciambella che esce col buco!

PRO

  • Prezzo
  • Pacchetto completo
  • Semplicissimo da usare
  • Come Android TV

CONTRO

  • Non c'è una ricerca globale
  • Un po' lento alle volte
  • No 4K
  • Memoria non espandibile

Confezione e costruzione

La confezione di Amazon Fire TV Stick è molto completa. Al suo interno potete trovare: Fire TV Stick, una piccola prolunga HDMI, un cavo di alimentazione, il relativo alimentatore ed un telecomando. Il primo è un normale caricabatterie a 5,25V/1A. Se aveste una porta USB Type-A ad 1A sul televisore potrete comunque usare quest'ultima. Il secondo (non incluso in Chromecast) è simile a quello di Android TV, il che non è certo un male. Peccato che funzioni a batterie (due AAA, incluse nella confezione) e non sia ricaricabile.

Completano il tutto un minimo di manualistica, sempre dovuta. Sinceramente non ci viene in mente nulla che Amazon avrebbe potuto aggiungere. Magari un gamepad, ma allora avrebbe dovuto cambiare scatola (e prezzo).

Hardware

L'hardware di Amazon Fire TV Stick Basic rende onore al suo nome. Abbiamo infatti un processore MediaTek Quad-core a 1,3 GHz con GPU Mali 450. Al suo fianco troviamo 1 GB di RAM e 8 GB di storage. Per quanto riguarda la connettività, abbiamo Bluetooth 4.1 e Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac. Quest'ultimo in particolare aggancia velocemente il segnale e non ci ha mai dato alcun problema. Il che non è poco, considerando che Fire TV Stick "vive" di Wi-Fi.

Indubbiamente è un hardware di fascia bassa, ma sufficiente per ciò che Fire TV Stick deve fare. Ogni tanto lo si sente un po' nella lentezza di certe transizioni o animazioni dell'interfaccia. Giochi e streaming restano però fluidi, ed è quello che conta.

Manca però l'espansione di memoria. Su Chromecast sarebbe stata superflua, ma Fire TV Stick è qualcosa di più, ed avrebbe potuto fare comodo. E per essere pignoli, manca anche il supporto al 4K, assente nella versione Basic del dongle di Amazon.

Software e funzioni

Amazon Fire TV Stick è semplicissimo da usare. Più di Chromecast. La procedura di configurazione iniziale è immediata, grazia al telecomando che si accoppia da solo con un clic. Inoltre, se avete acquistato Fire TV Stick col vostro account Prime, quest'ultimo sarà già pre-configurato. Non dovrete infatti inserire nemmeno username e password, ed in un attimo sarete pronti allo streaming.

L'interfaccia base è molto il stile Android TV, con una forte predominanza di contenuti Prime (Video). In cima abbiamo tre link per la home, le categorie e le impostazioni. Queste ultime sono poche ma utili, e vi permettono di gestire la rete, di abilitare l'HDMI-CEC, o di collegare altri dispositivi Bluetooth, come un gamepad per i giochi. Sono presenti anche i controlli parentali, il salvaschermo (bellissimi sfondi naturalistici) e poche altre opzioni.

Le categorie si riferiscono a quelle dello store di app Android di Amazon (inutile sottolineare che non c'è il Play Store). L'unico vero difetto di questa interfaccia è infatti l'assenza di una funzione di ricerca globale. Non potrete infatti cercare contenuti da installare né quelli già installati. Dovrete in pratica trovarli a mano, navigando nelle categorie o tra i consigliati presenti in home. Un'alternativa può essere avvalersi di un browser web, e consultare i contenuti da lì.

In cima alla homescreen abbiamo un breve carosello di contenuti, seguito dalle app e dai giochi installati. Quelli col simbolo di una nuvoletta sono quelli associati al vostro account, ma non ancora installati. Al di sotto abbiamo poi una lunga serie di contenuti consigliati. Prima di tutto ci sono film e serie TV di Prime Video. Poi abbiamo tante app e giochi che potreste voler provare, divisi in altrettante sezioni a seconda del genere.

Abbiamo così fatto qualche divertente gara ad Asphalt 8, manovrando l'auto direttamente col telecomando. Questo viene infatti riconosciuto come dispositivi di input e lo potrete configurare in modo da giocare anche senza controller. C'è da dire che Asphalt 8 è uno di quei giochi che si adatta benissimo all'hardware, e nonostante questo le schermate pre-gara sono un po' lente, ma poi la corsa è fluida. Questo per ribadire che l'hardware di Fire TV Stick è di fascia bassa, quindi non pretendente di giocare in maniera fluida ai titoli più recenti e pesanti.

C'è poi da considerare un altro limite, cui abbiamo già accennato: la memoria non è espandibile. Questo significa che, soprattutto in ambito ludico, dovrete imparare a contenervi, o gli 8 GB a disposizione finiranno rapidamente. Del resto Fire TV Stick è votato più allo streaming che al gioco.

A proposito di streaming, l'app di Prime Video la fa da padrona. La sua interfaccia, così come quella di YouTube, Netflix, Spotify ed altri, è esattamente la stessa già vista su Android TV. Se voleste uno streaming più "casalingo", c'è anche Plex, che è uno dei migliori media center in circolazione. Questo significa un'ottima esperienza d'uso ed un ottimo adattamento al grande schermo. Unico difetto di Prime Video: non si possano cambiare lingua e sottotitoli al volo nel player. Occorre prima uscire e andare nella scheda del contenuto che volete riprodurre. Del resto è così che funziona l'app di Prime Video per Android, purtroppo.

Mancano però altri (popolari) servizi, come Infinity, SkyGo, o Chili, e tra i media center manca Kodi, anche è possibile installarlo direttamente da apk. Basta usare l'app Downloader, abilitare l'installazione da fonti sconosciute sulla Fire Stick, e scaricare Kodi da qui. Allo stesso modo potrete installare anche le app di Infinity, SkyGo o altre che ci sono su Android. Inoltre chiariamo che il casting da smartphone non funziona in alcun modo: quello è una prerogativa di Chromecast. Come alternativa potete però provare Video & TV Cast, un'app per Android ed iOS che permette di inviare video dal web alla Fire TV Stick.

In generale, che si tratti di streaming video o audio, non abbiamo avuto alcun problema. I contenuti vengono riprodotti fluidamente, senza scatti o salti, né nel video né nell'audio. Si possono invece presentare dei piccoli tempi di attesa per il caricamento delle app più pesanti, Prime Video su tutte. Una volta però che lo streaming è partito, rete permettendo, Fire TV Stick fa il suo dovere.

Riguardo le funzioni software, annoveriamo anche il supporto Miracast, per il mirroring dello schermo del vostro Android, casomai aveste ancora un dispositivo compatibile (sui Samsung va bene Smart View). Le performance sono abbastanza buone se si tratta solo di mostrare l'interfaccia dello smartphone o qualche foto, ma già con lo streaming di un flusso video potrebbero non essere soddisfacenti.

Rispetto al casting di Chromecast, che a volte fallisce o è lento a partire, l'esperienza generale di Amazon Fire TV Stick è migliore. Più simile a quella di un classico dispositivo Android, per quanto di fascia bassa. Ed una volta che il contenuto è partito, lo controllerete comodamente col telecomando, senza ritardi di alcun tipo. Eliminare infatti lo smartphone come strumento di controllo si rivela spesso una comodità, fermo restando che potete installare l'apposita app di Amazon, in caso di necessità. Nel complesso è insomma un'esperienza più consistente e predicibile rispetto al dongle di Google.

Unico limite: il full HD a 60 fps. Oltre a questo, Fire TV Stick Basic non si spinge. All'estero c'è il modello 4K, ma quest'ultimo ancora non dovrebbe funzionare in Italia (sennò sarebbe stato reso disponibile anche da noi). Qui si insinua allora Chromecast Ultra, che rimane un valida alternativa per 4K ed HDR, da tempo disponibile anche da noi.

Prezzo

Amazon Fire TV Stick Basic costa 39€ per gli utenti Prime, un prezzo che va a fare concorrenza diretta a Chromecast. Peccato che la versione non-prime venga invece 59€. Ma del resto, considerando che l'abbonamento annuale ad Amazon Prime costa solo 20€, e che vi dà accesso anche a Primve Video, conviene prima sottoscriverlo e poi comprare Fire TV Stick. In alternativa, se non l'aveste già fatto, potete sempre attivare il mese di prova.

Foto

Giudizio Finale

Amazon Fire TV Stick Basic

Amazon Fire TV Stick è un ottimo incentivo a diventare utenti Prime. Semplice da usare, ricca di funzioni, ed a suo modo più completa di Chromecast. Buono anche il prezzo, soprattutto per utenti Prime, ma del resto è su questo che scommette Amazon. L'intrattenimento da salotto è servito, a patto che vi accontentiate del full HD.

Sommario

Confezione e costruzione 9

Hardware 7

Software e funzioni 9

Prezzo 8.5

Voto finale

Amazon Fire TV Stick Basic

Pro

  • Prezzo
  • Pacchetto completo
  • Semplicissimo da usare
  • Come Android TV

Contro

  • Non c'è una ricerca globale
  • Un po' lento alle volte
  • No 4K
  • Memoria non espandibile

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola scrive, e parla. Molto. Solitamente non nello stesso momento. Spesso parla di ciò che scrive, e scrive di ciò di cui parlerà. No, Nicola non è un bambino di 6 anni, anche se non gli dispiacerebbe tornare a quell'età.

Commenta