Recensione ASUS F1: un proiettore full HD luminoso e giocoso! (foto e video)

Nicola Ligas




Recensione ASUS F1

ASUS F1 è un proiettore full HD da 1.200 lumen. Questo vi già da un’idea della sua collocazione di mercato. Non è cioè tra i più ad alta risoluzione e luminosità, ma si difende comunque bene, e soprattutto ha un raggio di proiezione corto, il che significa che anche stando relativamente poco distante dalla parete, riuscirà comunque a proiettare un’immagine molto grande. È insomma un ideale proiettore da salotto. Quanto ideale, è quello che andremo subito a scoprire.

Confezione

La confezione di ASUS F1 è particolarmente curata. Non solo il packaging è di qualità, ma al suo interno troverete anche una borsa da viaggio, nella quale riporre il proiettore, che tra l’altro non è nemmeno particolarmente grande (vedi video). Presente ovviamente l’alimentatore, con varie prese di corrente internazionali, tra le quali anche quella italiana. Non manca nemmeno un cavo HDMI. Insomma, c’è tutto ciò che occorre per essere subito “in onda” ed anche per portare facilmente il proiettore con sé, in caso di necessità.

Costruzione

ASUS F1 è realizzato a sua volta con cura. Piuttosto compatto (250 x 75 x 210 mm) e leggero (1,8 Kg). Nella base c’è un piccolo stand a due posizioni, che serve a rialzare il proiettore. Sul retro abbiamo due HDMI, una VGA, un jack audio per collegare eventuali speaker esterni, ed una porta USB. Dato che il proiettore supporta anche il mirroring wireless, se aveste bisogno di ricaricare il vostro smartphone per continuare la visione potrete farlo facilmente grazie proprio a questa porta con output a 5V/2A.

Sul dorso troviamo poi tutti i pulsanti del caso. Accensione, sorgente, regolazione del trapezio, ed un piccolo joystick con il quale muoversi nei menu. Sia sul retro che davanti abbiamo una porta ad infrarossi, per usare con comodo il telecomando incluso (comprese le batterie).

Esperienza d'uso

ASUS F1 si è rivelato davvero semplice da usare. Le regolazioni automatiche funzionano tutte molto bene, in particolare la messa a fuoco, anche in ambienti bui. E se per caso l’immagine non dovesse sembrarvi del tutto a fuoco, una pressione sul tasto dedicato del telecomando effettuerà un nuovo ricalcolo.

La luminosità di 1.200 lumen è buona, e rende le immagini ben visibili anche con una discreta luce ambientale (magari non con le finestre spalancate a mezzogiorno). La risoluzione full HD può essere spalmata da 25 pollici (a 45 centimetri di distanza dal muro) fino a ben 210 pollici, con soli 3,7 metri di distanza dalla parete. Con il proiettore a 2 metri dal muro avrete già un 120”. Non avrete insomma bisogno di una stanza particolarmente lunga per godere di un’immagine gargantuesca. E grazie alla sorgente di luce a LED RGB priva di mercurio, ASUS promette  garantisce circa 30.000 ore di utilizzo (tre anni e mezzo di uso ininterrotto).

In modo affine alla messa a fuoco, la regolazione della distorsione trapezoidale orizzontale e verticale è automatica (fino a ± 30°). Questo significa che il proiettore non deve per forza stare al centro dell’immagine affinché quest’ultima risulti con le giuste proporzioni. Questo è utile non solo il casa, permettendovi di collocarlo più facilmente nella stanza, ma anche ad esempio durante una presentazione, dato che potrete stare davanti all’immagine senza ostacolarne la proiezione. Peccato solo che la risposta dei menu al telecomando sia un po’ ritardata, e questo lo si nota soprattutto se voleste correggere a mano le proporzioni dell’immagine. Non premete quindi tante volte velocemente i pulsanti, ed aspettate sempre (anche qualche secondo) che l’immagine si sia modificata, prima di andare avanti.

Notevole anche l’esperienza audio, seppure non impeccabile. Abbiamo infatti due altoparlanti stereo da 3W ed un subwoofer da 8W con tecnologia Harman Kardon inclusi nel proiettore, che riescono a dare molta più spazialità al suono di quanto avremmo pensato. Non solo questo sembra provenire dalla parete su cui è proiettata l’immagine, ma è anche abbastanza ricco di bassi. Non l’ideale per ascoltare un concerto, ma efficace per vedere un film. Peccato che qualche rara volta sembri esserci un lievissimo ritardo rispetto all’immagine. Non è sempre percepibile, però se vi focalizzate sul labiale potreste notarlo in alcuni casi. Per fortuna c’è anche una uscita audio, quindi se aveste un impianto adeguato, vi suggeriamo di usare quello a prescindere.

Particolarmente gradita poi la possibilità di trasmettere lo schermo del vostro smartphone Android o del vostro PC Windows in modalità wireless. Non avrete bisogno di cavi. Dovrete solo selezionare il mirroring wireless tramite il telecomando, e lasciare il proiettore nella pagina dedicata finché il vostro smartphone/tablet/PC non si sarà connesso. La fluidità è buona ed in generale per una presentazione e per visualizzare delle foto o anche dei brevi filmati va benissimo. Non ve lo consiglieremmo però come input principale, ma al più come occasionale, perché essendo una trasmissione wireless non è da escludere che qui sì possano esserci dei ritardi percepibili.

Infine, per ammiccare al lato ludico degli utenti, ASUS F1 arriva ad un refresh di 120Hz in 720p, in modo che possiate godervi un’esperienza di gioco cinematografica e fluida. Dovrete rinunciare al 4K, ma almeno avrete un’immagine enorme e con un elevato refresh.

Acquisto

Il prezzo di listino di ASUS F1 è di 919 euro, ma su Amazon lo si trova già a circa 100 euro meno. Si tratta in fondo di un prezzo non male, considerando le doti del prodotto e tutto l’insieme.

Giudizio Finale

ASUS F1

ASUS F1

di Nicola Ligas
Pro
  • Semplicità d'uso
  • Qualità e dimensioni dell'immagine
  • Mirroring wireless da smartphone
  • Corto raggio di proiezione
Contro
  • Risposta lenta dei menu
  • Possibile lieve ritardo audio

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.