ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB recensione: bello e potente, tiene al fresco anche i processori top gamma

Un dissipatore a liquido AIO con un radiatore da 360 mm e tre ventole a LED RGB incluse nel prezzo
ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB recensione: bello e potente, tiene al fresco anche i processori top gamma
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Il nome è lungo e complicato, ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB, però la qualità c'è tutta! Stiamo parlando di un dissipatore a liquido All-in-One per processori Intel e AMD, uno di quelli di fascia alta, capace di tenere a bada le temperature delle CPU top gamma senza batter ciglio. In più, il design aggressivo e il sistema di LED RGB integrati sul water block e sulle ventole lo rendono anche bello da vedere, perfetto per una build PC gaming di gran personalità. Abbiamo messo alla prova il ROG Strix LC II 360 ARGB con ben quattro processori diversi, testando a fondo la sua capacità di raffreddamento. In questa recensione completa trovate tutte le nostre considerazioni, in particolare sui benchmark, sulle prestazioni e sul prezzo di vendita.

PRO

  • Impatto estetico spettacolare
  • Ottime prestazioni anche con CPU top gamma
  • Montaggio semplice per la sua categoria
  • Compatibile con CPU AMD e Intel
  • Software di gestione molto funzionale

CONTRO

  • Abbastanza rumoroso sotto sforzo massimo
  • Prezzo leggermente alto

Confezione

La confezione di ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è abbastanza ricca. All'interno della scatola di cartone trovate il radiatore e le tre ventole, più le staffe per il water block e gli altri adattatori e connettori necessari per il montaggio.

Non è previsto un controller separato per collegare le ventole, che vengono invece connesse direttamente alla scheda madre. A seguire trovate le immagini della scatola e dei componenti al suo interno.

Caratteristiche Tecniche

  • Compatibilità: Intel (LGA 1700, 1200, 115x, 2011, 2011-3, 2066); AMD (AM5, AM4, TR4)
  • Dimensioni Water Block: 80 x 80 x 45 mm
  • Dimensioni Radiatore: 121 x 394 x 27 mm
  • Lunghezza tubi: 380 mm
  • Ventole: ROG FAN MODEL 12 ARGB (x3)
  • Dimensioni ventola: 120 x 120 x 25 mm
  • Velocità ventola: 800 - 2500 RPM +/- 10%
  • Pressione statica ventola: 5.0 mmH2O
  • Air Flow ventola: 80.95 CFM / 137.5 m3h
  • Rumore ventola: 37.6 dB(A)
  • Control Mode: PWM/ DC
  • Tecnologia RGB: AURA Sync

ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è un dissipatore a liquido di fascia alta, pensato per gestire le temperature dei processori più potenti sul mercato.

Le dimensioni sono importanti, visto che parliamo di un radiatore da 360 mm e tre ventole da 120 mm con LED RGB montate al di sopra, che garantiscono un flusso d'aria molto elevato grazie all'ottima pressione statica supportata. I tubi che portano dal radiatore al water block sono rivestiti in gomma e abbastanza lunghi per gestire al meglio sia il montaggio in verticale che in orizzontale nel case.

Il water block ha una forma circolare e presenta al centro il classico logo ROG, illuminato da LED RGB personalizzabili. Altre sottili strisce di LED sono disposte lungo i fianchi. Tutti questi punti di luce, uniti anche a quelli delle ventole, rendono questo ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB un vero spettacolo per gli occhi, con effetti di colore molto belli da vedere.

Segnaliamo che ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è compatibile con una vastissima gamma di processori, sia quelli Intel (LGA 1700, 1200, 115x, 2011, 2011-3, 2066) che quelli AMD (AM5, AM4, TR4).

Rappresenta, dunque, un dispositivo molto versatile, che potete usare su build molto diverse senza problemi di compatibilità.

Montaggio

Il procedimento per il montaggio del dissipatore ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è abbastanza semplice se paragonato ad altre soluzioni simili di marchi concorrenti. Prevede diversi passaggi che potrebbero essere leggermente complesse per un neofita, comunque ben spiegati dal manuale incluso in confezione. Sicuramente, la mancanza di un controller separato per gestire i LED RGB rende il processo molto più agevole, una scelta che abbiamo apprezzato molto.

Prima di tutto, scegliete la piastra e le staffe adatte alla vostra scheda madre – a seconda del socket supportato – e procedete ad eventuali modifiche del water block. Montate le ventole sul radiatore, considerando la posizione del radiatore nel case e l'airflow desiderato (intake o exhaust).

A questo punto, mettete i tre connettori delle ventole nell'apposito adattatore tripolare, che ha all'estremità un connettore a 4 pin da inserire nella porta CPU_FAN.

I connettori per i LED RGB delle ventole vanno in un altro adattatore tripolare, con un connettore all'estremità che va inserito nella porta ARGB a 3 pin sulla scheda madre.

Passiamo al water block e montiamolo sul processore. Attenzione, perché la pasta termica è già applicata sulla piastra del water block, dunque non c'è bisogno di aggiungerla sul processore. Colleghiamo il cavo in uscita dal water block alla porta AIO_PUMP sulla scheda madre. Inoltre, inseriamo il cavo micro USB nell'apposito ingresso presente sotto al water block, con l'altra estremità che va nella porta USB 2.0 della scheda madre.

Software

Per controllare l'illuminazione e il comportamento delle ventole di ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è necessario utilizzare il software ASUS Armoury Crate, lo stesso che serve per il supporto delle schede madri e degli altri dispositivi ASUS.

Accedendo alla sezione dedicata al dissipatore potete gestire i LED RGB delle ventole e del water block, personalizzandoli secondo il vostro gusto.

Su Armoury Crate sono già disponibili molte scene d'illuminazione preimpostate, ma potete anche creare scene completamente da zero.

Sfruttando la sezione Fan Expert potete invece impostare diversi profili per le ventole, scegliendo di privilegiare il silenzio o le prestazioni massime. Per ciascuna ventola potete andare a modificare le curve e la regolazione automatica a seconda della temperatura della CPU, creando il vostro profilo personale.

Piattaforma di Test

Per le prove delle prestazioni di ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB abbiamo utilizzato ben quattro processori diversi, per giunta montati su quattro schede madri differenti. In questo modo abbiamo potuto variare non poco le condizioni d'utilizzo e testare a fondo il comportamento del dissipatore. Ecco lo schema con i componenti utilizzati e le coppie di processori e schede.

Per il resto della build abbiamo cercato, invece, di usare sempre gli stessi componenti.

Nella maggior parte dei casi sono quelli che trovate a seguire, con un case Corsair 5000D nel quale erano installate 4 ventole da 120 mm, 3 sul fronte e una sul retro, oltre a quelle del dissipatore.

Case Corsair 5000D Mid-Tower
Raffreddamento ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB
Alimentatore Corsair RM1000x (1000W, 80+ Gold)
GPU NVIDIA GeForce RTX 4080
RAM G.Skill Trident Z5 Neo (32 GB, 6.000 MHz, CL30)
SSD Samsung 980 NVMe M.2 (1 TB)

Benchmark

I benchmark effettuati con ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB parlano da soli e ci dicono che questo sistema di dissipazione è tra i migliori della sua categoria. Nonostante le ultime generazioni di processori Intel e AMD siano molto potenti e producano temperature al limite del throttling termico, ROG Strix LC II 360 ARGB riesce quasi sempre a gestire al meglio il calore, mantenendo altissime le prestazioni.

Per i test abbiamo usato come da tradizione due software che stressano molto la CPU. Nel test multi-core di 10 minuti su Cinebench R23 i valori sono ampiamente nella norma per AMD Ryzen 5 7600X e per Intel Core i5 13600K, i due medio gamma, che rimangono sempre sotto ai 90° di picco.

Leggermente oltre va il più potente AMD Ryzen 9 7900X, mentre solo Intel Core i9 13900K sfonda il muro dei 100°.

Stessa situazione si verifica anche per il Torture test di 10 minuti su Prime95, con temperature di picco intorno ai 90° per il 13600K e per il 7600X, appena poco sopra per il 7900X e oltre i 100° per il 13900K, che va in throttling termico. C'è da dire che il 13900K è una CPU con consumi di oltre 320W, un vero peso massimo per i sistemi di dissipazione, che può provocare qualche problema anche ai migliori.

In ogni caso, come si può vedere sia dagli andamenti del grafico a linee che dalle temperature medie registrate, ROG Strix LC II 360 ARGB riesce a gestire bene i quattro processori provati anche sotto carico massimo, tenendo alte le frequenze e le prestazioni. I test condotti con Cinebench R23 e Prime95 sono situazioni limite, nell'utilizzo normale le temperature sono molto più gestibili, come anche durante le sessioni di gaming.

Capitolo rumorosità, ci sono luci ed ombre. Impostando il profilo standard o silenzioso, le ventole sono poco udibili e abbastanza quiete. Quando però la CPU viene messa sotto carico e le temperature iniziano ad impennarsi, anche la velocità delle ventole diventa più alta e con essa il livello di rumore. Già alla metà della velocità il sistema è abbastanza rumoroso, situazione che peggiora quando si arriva al 100% delle ventole e della pompa. Si tratta di un fattore da mettere in conto per un sistema con tre ventole e un radiatore da 360 mm, quindi nessuna sorpresa su questo, ma valutate bene anche questo parametro se volete una build più silenziosa.

Prezzo e Acquisto

ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è già disponibile all'acquisto su Amazon Italia e sugli altro store online principali, con un prezzo di listino pari a 249€ circa. Una cifra sicuramente alta, che lo pone un gradino più su rispetto ad altri concorrenti nella categoria dei sistemi di dissipazione con radiatore da 360 mm.

Viste le ottime prestazioni e la buona versatilità, si tratta di una soluzione senza compromessi, pensata per chi vuole realizzare una build PC di altissimo livello. Inoltre, il design molto curato e le ventole RGB sono due aspetti da tenere in gran considerazione, perché permettono di alzare molto anche il livello estetico.

Esistono altri dissipatori con funzionalità più avanzate dal punto di vista dell'illuminazione, addirittura alcuni che hanno un display integrato sul water block come NZXT Kraken Z73 RGB o Corsair iCUE ELITE LCD, ma in questo caso parliamo di prezzi molto più alti, superiori ai 300€, mentre le prestazioni di raffreddamento sono molto simili. In questo caso pagate di più solo per avere un'estetica migliore, non per un raffreddamento più elevato.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB

ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB è un dissipatore che sa il fatto suo. Ha un design aggressivo e super luminoso, capace di cambiare volto al case e all'intera build PC. Le prestazioni sono di altissimo livello, anche con i processori più potenti sul mercato. In più, è abbastanza semplice da montare ed ha un software di gestione ben fatto e ricco di opzioni. Il suo unico e vero limite è il rapporto qualità-prezzo, non proprio dei più convenienti. Se però cercate un sistema di raffreddamento a liquido senza troppi compromessi, questo è uno dei migliori del momento.

Voto finale

ASUS ROG Strix LC II 360 ARGB

Pro

  • Impatto estetico spettacolare
  • Ottime prestazioni anche con CPU top gamma
  • Montaggio semplice per la sua categoria
  • Compatibile con CPU AMD e Intel
  • Software di gestione molto funzionale

Contro

  • Abbastanza rumoroso sotto sforzo massimo
  • Prezzo leggermente alto

Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola Nato in un posto che sicuramente non conoscerete, romano d'adozione, affascinato da qualsiasi cosa abbia tasti, schermi o lucine colorate.
Mostra i commenti